Videogames

Fallout 76 tre anni dopo: cosa vi siete persi

Sono passati 3 anni dall’uscita di fallout 76, il mondo è cambiato ed ecco cosa vi siete persi

30 Maggio 2018, Bethesda pubblica un trailer che fa scoppiare l’hype dei fan: Fallout 76, il primo capitolo della saga completamente multiplayer sta per arrivare, e tutto il mondo dei giocatori è in attesa di più informazioni.

Le informazioni arrivano all’ E3 2018, che si terrà qualche settimana più tardi, e noi stessi eravamo felici di scoprire che il nuovo fallout sarebbe stato sviluppato partendo dal già ottimo Fallout 4.

Il gioco però comncia a coprirsi di una serie di controversie legate alle edizioni speciali del gioco, e ad alcuni commenti di David Lockwoodex sviluppatore di Obsidian Interactive che raccontava come Fallout 76 presentasse moltissimi difetti e falle, ma allo stesso tempo fosse un opera dal grande potenziale.

 

L’uscita inaspettata

Il 26 Novembre 2018 il gioco esce ma la critica e il pubblico non sono molto contenti. la gente è rimasta delusa dai difetti del gioco. Dopotutto stiamo parlando di un gioco che permetteva di correre come speedy gonzales semplicemente guardando in basso

Bethesda però sa di stare fallendo il suo obiettivo, e deve di certo darsi da fare per riportare a galla la tanto amata saga di Fallout. Todd Howard chiede aiuto all’industria e riceve risposte da Sean Murray (No Man’s Sky) e Phil Spencer e la risposta è unanime:

inutile fare grandi proclami se lo stato attuale del titolo non rende credibili le tue affermazioni. Prima si agisce, poi si dichiara.

Sembra una sciocchezza, ma è in realtà una delle verità più profonde dell’industria videoludica, che si traduce anche in un “darsi da fare” in silenzio, finchè non si raggiunge l’obiettivo prefissato per far felice la community (e quindi i clienti).

fallout 76 wastelanders

La rinascita meritata

Nonostante ci siano stati aggiornamenti gratuiti durante il 2019, e addirittura l’introduzione di un piano d’abbonamento che permette di ricevere dei bonus chiamato Fallout 1st, Bethesda segue il consiglio di Murray e “sparisce dai radar”, per ritornare poi con un annuncio che avrebbe letteralmente ribaltato la sorte del titolo: Arriva il DLC gratuito Wastelanders

Wastelanders è il punto di rottura fra il “MMO mediocre” e la vera essenza di Fallout. Vengono aggiunti: gli NPC, nuovi equipaggiamenti, creature, armi, nemici, e scelte morali in una nuova questline principale in cui i giocatori dovranno svelare i segreti della Virginia Occidentale.

L’aggiornamento riesce a ridare vita a Fallout 76, e Bethesda fortunatamente decide di cavalcare l’onda del successo per produrre molte espansioni e DLC che vanno a potenziare la struttura del gioco ancora più di quanto non avessero già fatto.

Inoltre, dopo quasi 2 anni dalla sua uscita, Fallout 76 arriva su Xbox Gamepass, diventando uno dei titoli più giocati sulle piattaforme Microsoft, e restandoci per un bel po’ di tempo (nel momento in cui scriviamo è ancora nella top 25). Il sodalizio con Xbox diverrà poi un matrimonio a tutti gli effetti quando l’intera ZeniMax Media diverrà sussidiaria di Microsoft

Fallout 76 Steel Dawn è l’ennesima espansione del titolo, sempre completamente gratuita, e sempre pregna di contenuti e aggiunte come per esempio la nuova serie di missioni secondarie dedicate al ritorno della “Confraternita d’acciaio”, nuovi PNG, nuove zone e ancora più armi, Armature, e oggetti per il C.A.M.P. (che è il vostro accampamento portatile d’emergenza). In più vengono aggiunti i rifugi, ossia ambienti interni “prefabbricati” da aggiungere al C.A.M.P. e personalizzare per esprimere la propria indole costruttiva. 

Il Futuro

Finalmente poi, dopo tutto questo tempo, abbiamo una roadmap annuale divisa per season (come va tanto di moda in questo periodo) e quest’anno i contenuti sembrano essere molto avvincenti. Dall’aggiornamento (già disponibile) Pronti e Carichi al sequel dell’alba d’acciaio, che ci aveva lasciato con un cliffhanger finale che gridava “seguito” da tutti i pori.

Insomma, Fallout 76 è migliorato esponenzialmente dal giorno del suo arrivo sul mercato, ed è davvero diventato uno dei Fallout più divertenti di sempre, specialmente contando il fatto che è possibile giocarci assieme agli amici in multiplayer.  Se stavate considerando di acquistare Fallout 76, fatelo! non ve ne pentirete, se invece siete dei detrattori della prima ora, e avete comprato il gioco all’uscita rimanendo delusi, dategli una seconda possibilità: il meglio deve ancora arrivare.

 

 

 

L'autore

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Twitch!

Canale Offerte Telegram!