Dr Commodore
LIVE

Boruto 61 | La folle ossessione di Kawaki per Naruto

Nel capitolo 61 di Boruto: Naruto Next Generations, Kawaki ha finalmente preso la decisione di lasciare Konoha. Grazie ai poteri ottenuti mediante il processo di trasformazione in Ootsutsuki, il giovane è riuscito a eludere il sistema di sorveglianza del chakra, e a ingannare i ninja sensoriali, mostrando ai lettori alcune delle potenzialità latenti sue e di Boruto stesso.

Su Kawaki si sono espressi anche Amado e Shikamaru, nel corso del capitolo, durante una pausa dal loro lavoro. Il dialogo è cominciato con la solita diffidenza nei confronti dello scienziato da parte del membro del Clan Nara, che non esclude che tutto ciò che sta accadendo possa essere un grande disegno di Amado. Quest’ultimo ha affermato, abbastanza ragionevolmente, che è quasi impossibile fare previsioni quando ci sono di mezzo i sentimenti degli esseri umani.

Infatti, sarebbe stato difficile per lui prevedere l’attaccamento di Kawaki nei confronti di Naruto, e capire a cosa porterà tale legame è ancora più complicato. Entrambi sono sembrati d’accordo sul fatto che il giovane vede nel Settimo Hokage una sorta di figura paterna, e ovviamente Naruto lo ha incoraggiato in tal senso, dal momento che sa bene cosa vuol dire vivere senza una famiglia. Tuttavia, dal punto di vista di Amado e Shikamaru, il loro legame è parecchio più morboso e problematico.

Il capitolo 61 di Boruto evidenzia il sottile confine tra amore e follia

I due non possono fare a meno di osservare dei punti in comune tra la venerazione di Code per gli Ootsutsuki e l’affetto di Kawaki per Naruto. In ambedue i casi, sembra che il sentimento che provano sia diventato lo scopo principale della loro vita. L’esistenza di Code sarebbe priva di significato senza l’obiettivo di riportare in vita la stirpe di Isshiki; allo stesso modo, Kawaki non potrebbe perdonarsi se non riuscisse a difendere il Settimo Hokage, che è stato il primo a dargli affetto e protezione, senza chiedere qualcosa in cambio.

Tutti e due hanno deciso di dedicare la propria vita a qualcun altro, e hanno perso di vista se stessi. Hanno varcato il sottile limite tra amore e follia: scegliere di posizionarsi al di là o al di qua di tale confine è determinante per le proprie scelte, e può essere dannoso per tutti gli altri, se si tende troppo verso la follia. Le conseguenze rischiano di essere imprevedibili.

La decisione di Kawaki non è stata comunque semplice. Il ragazzo ha trascorso un periodo complicato, intrappolato in una serie di contraddizioni. Probabilmente, l’anime ha il merito di aver analizzato la spaccatura del suo animo in modo più dettagliato, tramite contenuti non presenti nel manga, come negli episodi 208 e 209. Vi invitiamo a recuperarli per avere una panoramica più esaustiva delle sue insicurezze.

Nel capitolo 62 di Boruto dovremmo assistere all’incontro tra Code e Kawaki, e il giovane potrebbe entrare in contatto con i temibili villain che minacciano l’equilibrio del mondo ninja. Si tratta di avversari con doti eccezionali, che insieme sono davvero difficili da affrontare.

Il capitolo 57 di Boruto aveva descritto le capacità di Eida, colei che tutto vede e tutto sa. Nel 59 ci sono state descritte le abilità di Daemon, la guardia del corpo di Eida, che forse è il più pericoloso in combattimento. Nel 60 è stata posta l’attenzione anche sui poteri di Code, molto simili all’Hiraishin no Jutsu del Secondo e del Quarto Hokage.

Vi ricordiamo che potete leggere il capitolo 61 di Boruto: Naruto Next Generations su Manga Plus, gratuitamente e legalmente. Non dimenticate di dare un’occhiata anche ai nostri commenti ai capitoli, e di seguire il Canale Telegram dedicato a Boruto per ricevere una notifica ogni volta che ci sono novità sull’opera di Masashi Kishimoto.

Articoli correlati

Giovanni Parisi

Giovanni Parisi

Laureato in Ingegneria Chimica, aspirante professore alla Great Teacher Onizuka, esploratore di universi di fantasia, illuso sognatore, idealista, cinico a tratti. Ma ho anche dei pregi.

Condividi