Dr Commodore
LIVE
Boruto

Boruto 61 | Non solo cattive notizie per Konoha

Il capitolo 61 di Boruto: Naruto Next Generations potrebbe portare a un punto di svolta per la serie. Da mesi ci si chiedeva quando Kawaki avrebbe lasciato il Villaggio della Foglia, e finalmente potremmo essere arrivati al momento tanto atteso. Infatti, il giovane ninja sembra aver preso la decisione su cui aveva rimuginato per molto tempo, nonostante gli sforzi della famiglia Uzumaki nel capitolo precedente e il coprifronte donatogli da Boruto.

La spiegazione di Shikadai e Inojin è stata determinante in tal senso. Kawaki non sapeva bene il funzionamento del sistema di rilevamento del chakra di cui Konoha si serve per tenere sotto controllo le persone che entrano ed escono dal villaggio, ma grazie alla preziosa informazione ha potuto finalmente agire. Se non si possiede l’abilità di nascondere il proprio chakra, non è possibile varcare le mura di Konoha senza che la squadra speciale lo noti.

Le potenzialità latenti di Boruto e Kawaki

Sembra che Kawaki sia in grado di farlo, proprio come i ninja sensoriali che abbiamo visto in azione nel corso della serie. Il fatto strabiliante è che ci sia riuscito senza mai allenarsi, ma come spiega Eida dovrebbe essere dovuto al processo di trasformazione in Ootsutsuki quasi completato. Infatti, a livello genetico il ragazzo dovrebbe essere molto simile ai membri del clan più potente, e quindi non deve stupire che riesca ad utilizzare alcune delle loro abilità anche senza allenamento.

Determinante nell’azione di fuga è stata anche la padronanza del Kage Bunshin no Jutsu, per eludere la sorveglianza. Forse, per la prima volta, Naruto si è sbagliato a dare così tanta fiducia ad una persona. La libertà di movimento concessagli e le arti insegnate al giovane dall’Hokage in persona rischiano di mettere in pericolo l’intero mondo ninja, a meno che Boruto e Konoha non riescano a portarlo indietro. L’atteggiamento più cauto che aveva suggerito Shikamaru non era forse da scartare a priori.

Il problema principale è che, mentre Konoha potrebbe non essere in grado di mettersi sulle tracce del ragazzo, per Eida e Code le cose stanno diversamente. Quest’ultimo potrebbe raggiungerlo in qualsiasi momento, al di fuori delle mura del Villaggio della Foglia. Bisognerebbe capire, comunque, in che modo potrebbero portarlo dalla loro parte, dal momento che è Boruto ad essere designato per la rinascita degli Ootsutsuki. Non ci resta che aspettare i prossimi capitoli per saperne di più.

Nonostante le pessime novità introdotte dal capitolo 61, non possiamo ignorare un elemento estremamente positivo: Kawaki e Boruto potrebbero padroneggiare i poteri degli Ootsutsuki con gran semplicità, quasi inconsciamente, il che è un bene dopo la morte di Kurama e la perdita del Rinnegan da parte di Sasuke. Si può dire che il mondo ninja abbia perso gran parte della sua forza dopo lo scontro con Isshiki, ma con il giovane Uzumaki potrebbe ottenerne una ancora maggiore.

Infatti, in passato abbiamo ammirato quanto possa essere determinante il karma in combattimento, e se Boruto migliorasse nel controllo dei poteri che ne derivano e riuscisse a evitare di dare il controllo a Momoshiki, Konoha avrebbe nuovamente una risorsa pazzesca tra le sue fila. Magari Sasuke e Amado si faranno venire in mente qualche idea per aiutarlo a raggiungere tale obiettivo.

La fuga di Kawaki costituisce uno dei pochi fallimenti di Naruto, che come Hokage si augurava di riuscire a difenderlo sia dagli amici che da se stesso. In più occasioni aveva dimostrato di tenere molto al ragazzo, che vedeva in lui una persona speciale. Il giovane vorrebbe semplicemente mettere il Settimo Hokage al sicuro, senza rendersi conto che questa è la scelta peggiore per tale scopo.

Trovate il capitolo 61 di Boruto su Manga Plus, dove potete leggerlo gratuitamente e legalmente. Non dimenticate di dare uno sguardo ai nostri commenti ai capitoli. Per ricevere una notifica ogni volta che ci sono novità riguardo al mondo ninja, seguite il Canale Telegram dedicato.

Articoli correlati

Giovanni Parisi

Giovanni Parisi

Laureato in Ingegneria Chimica, aspirante professore alla Great Teacher Onizuka, esploratore di universi di fantasia, illuso sognatore, idealista, cinico a tratti. Ma ho anche dei pregi.

Condividi