Dr Commodore
LIVE

Boruto 57 | Un nemico inarrestabile?

Nel capitolo 57 di Boruto vengono svelati i poteri di Ada.

Eccoci qui a commentare il Capitolo 57 di Boruto. L’ultimo mese è passato in mezzo a mille dubbi e una buona dosa di impazienza per noi fan, pieni di domande su Ada, il cyborg che ogni cosa sa, e che è avvolto da un affascinante alone di mistero.

Dinanzi a colei che tutto sa

Nelle pagine iniziali Code sembra essere nello stesso stato d’animo dei lettori: non vuol perdere tempo, e vuol sapere di più sul cyborg che Jigen temeva al punto da ordinarne la distruzione. La sua fretta è manifestata dagli atteggiamenti scontrosi che ha nei confronti di Bug, e culmina nella distruzione del container in cui Ada sta riposando. Code sembra quasi accecato dalla voglia di saperne di più, dalla voglia di entrare in contatto con lei.

Nemmeno le provocazioni di Bug scuotono l’animo dell’erede di Ishiki, sebbene siano abbastanza pesanti. Infatti, quest’ultimo quasi lo accusa di aver collaborato con il traditore Boro, che aveva disobbedito all’ordine di Jigen di distruggerla. In una sola frase, il custode di Ada colpisce sia il suo rapporto con l’ex-capo di Kara che quello con il suo amico, ma Code sembra essere interessato solo a colei che ogni cosa sa.

Boruto

Lo stesso Bug sembra essere molto preoccupato del contatto che sta per avvenire tra i due, e prova a dissuadere Code parlando di una eccessiva disparità di potere tra i due: “La forza brutta non serve a sottometterla”. Tutte queste caratteristiche anticipano in maniera eccelsa la pericolosità di Ada, fornendo elementi velati sulle sue capacità. La suspence, nata alla fine dello scorso capitolo, e ulteriormente accresciuta dall’atteggiamento impaziente e nervoso dei due, ben si sposa con quanto stiamo per scoprire.

Mentre il lettore è ancora più preso dalla curiosità, e non riesce a spiegarsi l’atteggiamento di Boro e Bug, ecco che dal gas fuoriesce la figura di Ada: siamo anche noi dinanzi a lei.

Il summit dei Kage

Intanto la riunione dei 5 Kage ha inizio, in remoto. Shikamaru ha già preparato un fascicolo con le novità e invita i capi degli altri villaggi a prenderne visione. In questo momento, sono due i principali pericoli da fronteggiare: una probabile vendetta di Code nei confronti dell’Hokage, Sasuke, Boruto, Kawaki e Amado; l’utilizzo del decacoda per dar vita nuovamente all’albero divino. Gli altri Kage hanno provato a indagare sul nascondiglio di Kara, ma, trovandosi esso in un’altra dimensione, la missione è fallita. Shikamaru non esclude che qualcuno potesse già aspettarsi il tradimento di Amado, e dunque consiglia una certa cautela dato che i nemici potrebbero essere sempre un passo davanti a loro. Darui solleva la questione dell’affidabilità di Amado, che potrebbe essere intenzionato a manipolare le terre ninja dopo aver già manipolato Kara. Potrebbe essere tutto un suo piano.

Nel caso fosse così, quali potrebbero essere i suoi scopi? Vorrebbe diventare un Ootsutsuki e vivere per sempre? Cosa potrebbe esserci di così tanto ambito? Anche se il suo atteggiamento è sempre sembrato quello di una persona sinceramente spaventata dalla morte e a cui interessa soltanto sopravvivere, alcuni suoi comportamenti sono risultati un po’ ambigui. Nel CAPITOLO 56 sembrava intenzionato a dire qualcosa a Kawaki, ma poi si è trattenuto dal farlo. Nel CAPITOLO 55, Sumire l’ha sorpreso in estrema tensione.

Anche se non sembra troppo probabile, qualora avesse cattive intenzioni, costituirebbe davvero un problema, visto che è in grado di costruire dei cyborg persino più pericolosi di Jigen, e riesce anche a limitarne o amplificarne i poteri, per non parlare del fatto che sembra capace di imporre loro la sua volontà.

Per quanto riguarda la situazione di Boruto, le perplessità espresse da Gaara sono lecite. Essere Hokage e padre è difficile, conciliare i doveri e le necessità delle due figure, contemporaneamente, lo sembra molto di più. Ecco che Naruto non si tira indietro, che, dinanzi a una situazione difficile simile a quella del Quarto Hokage, assicura che non permettarà a Boruto di fare del male, che lo fermerebbe a ogni costo. Certo, le prospettive dei due sono molto differenti: Minato ha dovuto scegliere di fidarsi del figlio, condannandolo alla solitudine ma auspicando per il ninja un futuro da eroe; Naruto si vedrebbe costretto a spezzarne la vita.

Naruto e Amado a confronto

I dialoghi che seguono tra Naruto e Amado evidenziano quanto la risolutezza del Settimo non sia poi così sincera. Ovviamente farà di tutto per aiutare il figlio, anche da cavia ai farmaci che potrebbero inibire il passaggio a Ootsutsuki di Boruto, ma sarebbe davvero in grado di ucciderlo?

Di nuovo, la spiegazione di Amado apre la strada a ulteriori perplessità nei confronti dello scienziato: ha creato il farmaco dai suoi studi per indebolire il Byakugan, per usarlo sugli Ootsutsuki. Dunque, egli ha le potenzialità e la conoscenza per mettere il mondo sotto-sopra, anche se la sua preoccupazione per Boruto e la sua empatia da genitore per Naruto, sembrano sincere. Il nostro eroe gli deve un favore..

Chi è Ada?

Rieccoci a quello che ci aveva lasciati sulle spine: chi è Ada? Il nervosismo che prima aveva caratterizzato Code si traduce, dopo averla “liberata”, in incapacità di attaccarla. Vorrebbe, ma non può. Il suo cuore glielo impedisce. Il cyborg ne è consapevole, tanto da invitarlo ad accomodarsi e ad attenderla, noncurante di poter essere ferita o eliminata. Percorre la classica routine dopo una dormita: lavarsi i denti, guardarsi allo specchio. Le scene non fanno che incrementare la tensione, anche se qualche elemento lo abbiamo già colto: noi siamo in soggezione esattamente come Code.

Ada spiega che il suo Senrigan le permette di osservare passato e presente. Non può andare più indietro della sua data di nascita, per quanto riguarda il passato, ma non ci sono limiti a quello che può vedere: come un gigantesco sistema di telecamere che può osservare ogni cosa. Eppure, Code e Bug sanno che non è questo il suo potere più terrificante, sebbene sia in grado praticamente di rendere vana qualsiasi strategia degli avversari: Konoha e le altre terre potrebbero organizzarsi ben poco.

Il suo potere più pericoloso è quello di conquistare il cuore di uomini e donne, che lentamente, ma inevitabilmente, finiscono per sottomettersi ai suoi desideri. Lo stesso Code ne è vittima, e l’ha già dimostrato nel corso del capitolo. Una capacità davvero terrificante, che potrebbero utilizzare in tantissimi modi. Una capacità che costituisce, allo stesso tempo, il suo tormento: come è possibile trovare l’amore, in questo modo? Solo due categorie sarebbero immuni al suo potere: i suoi parenti e gli Ootsutsuki.

Ecco che entrano in gioco Boruto e Kawaki: entrambi potrebbero essere il suo principe azzurro, dato che sono all’80% Ootsutsuki. La possibilità di essere davvero amata, diviene concreta per il cyborg, nonostante Amado gliel’avesse strappata dandole quella abilità. Certo, è comunque capace di “vedere ogni cosa”, e ciò renderebbe potenzialmente meno interessante una relazione, ma almeno i sentimenti sarebbero autentici.

Code deve “sacrificare” uno degli Ootsutsuki ad Ada, per averne la collaborazione. E Ada deve scegliere tra Boruto e Kawaki, come suo “amore”. Intanto, rapire Amado diviene necessario, in quanto i suoi occhi e la sua voce sembrano fondamentali per lo sblocco dei limitatori di Code, secondo quanto visto da Ada con i suoi poteri. Una tecnica della trasformazione non sarebbe sufficiente.

La disparità delle forze in gioco resta ben marcata, anzi, sembra acuirsi: l’informazione in una guerra o battaglia è alla base di tutto, e con il Senringan, Kara ha un grosso vantaggio. Certo, Amado è una risorsa preziosa, ma nessuno sembra davvero fidarsi di lui. Lo stesso Naruto ha i suoi dubbi, e non esiste persona meno diffidente di lui.

Di sicuro sembra sia impossibile sfuggire ad Ada. E se Code diventasse davvero più forte di Jigen, chi lo affronterebbe? L’aiuto degli altri villaggi potrebbe essere determinante, ma, nonostante la perdita di Kurama e del Rinnegan, quello della foglia sembra ancora il più potente tra i villaggi. Forse, il destino di tutti sarà sulle spalle delle nuove generazioni? Kawaki e Boruto di certo non si tireranno indietro.

Se vi interessa il mondo di Boruto, forse vorrete dare un’occhiata alla nostra teoria sulla reincarnazione di Indra e Ashura. Per maggiori informazioni, fate clic qui.

Trovate il capitolo su Manga Plus.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Articoli correlati

Giovanni Parisi

Giovanni Parisi

Laureato in Ingegneria Chimica, aspirante professore alla Great Teacher Onizuka, esploratore di universi di fantasia, illuso sognatore, idealista, cinico a tratti. Ma ho anche dei pregi.

Condividi