Dr Commodore
LIVE

La streamer Amouranth parla dei propri guadagni

Si sa come OnlyFans e Twitch possano essere una notevole fonte di guadagno per i top creator. Un esempio è la nota streamer americana Kaitlyn Michelle Siragusa, classe ’93, alias Amouranth.

Stando a quanto ha affermato tramite il proprio profilo Twitter, nel complesso Amouranth guadagna 1,3 milioni di dollari al mese dalle proprie piattaforme monetizzate, ricavi che non sono stati sensibilmente scalfiti nemmeno dal recente ban e dalle polemiche con Twitch.

Gli incassi di Amouranth nel dettaglio

In verità, come svelato da lei stessa in una risposta su Twitter, Amouranth aveva già parlato dei suoi guadagni superiori al milione di dollari in un’intervista anonima per Investment Talk nel mese di giugno.

Amouranth ha iniziato la propria carriera come cosplayer ed è approdata su Twitch come streamer nel 2016, un’attività che l’ha resa una vera e propria influencer. Nonostante il numero di iscritti da capogiro (20 mila abbonati attivi circa), non è Twitch la sua principale fonte di guadagno.

La nota influencer nell’intervista citata ha invece ha svelato come sia OnlyFans a portarle il maggiore numero di incassi, con guadagni per 1,1 milioni di dollari nel solo maggio 2021. Amouranth ha aperto il suo profilo OnlyFans nel gennaio 2020, partendo con un guadagno mensile di 6,4 mila dollari, raggiungendo la cifra di 74 mila dollari mensili ad aprile 2020.

Di seguito, i ricavi dagli altri profili social sempre per il mese di maggio 2021:

  • Patreon: 189 mila dollari;
  • Fansly: 17 mila dollari;
  • Instagram: tra i 10 e i 25 mila dollari;
  • Twitter: tra i 5 e i 15 mila dollari;
  • TikTok/YouTube/Twitch: 133 mila dollari sommati i diversi canali.
amouranth

Il lavoro su OnlyFans

Amouranth ha approfondito la questione dei guadagni con OnlyFans: la maggior parte dei “top creator” incassa tra gli 8 e i 10 mila dollari al mese, cifre ben lontane dal milione di dollari di creator come Amouranth.

La streamer ha spiegato che la vera differenza la fa l’essere affiancata da uno staff di 4 persone che si occupano principalmente del lavoro di editing, la parte più impegnativa delle sue attività sui social.

“Le persone esagerano quando pensano a quanto possa essere “facile” OnlyFans o essere un’influencer. Lo capisco, quando non sei dentro questi meccanismi è facile dire che lì “l’erba è più verde”, ma per farlo richiede davvero molto tempo“.

A proposito di OnlyFans, ricordiamo come il social sia tornato sui suoi passi riguardo alla recente decisione di bandire dalla propria piattaforma contenuti sessualmente espliciti.

Fonti: Investment Talk, Dexerto.

Articoli correlati

Condividi