Dr Commodore
LIVE

Spiderman: No Way Home e l’omaggio a Stan Lee

In attesa di altre informazioni sull’attesissimo Spiderman: No Way Home, nel trailer uscito qualche giorno fa potreste esservi persi un omaggio a Stan Lee, co-creatore insieme a Steve Ditko del noto arrampicamuri.

L’occhio dello spettatore ha certamente notato vari riferimenti a personaggi e villain delle precedenti trasposizioni cinematografiche dell’Uomo Ragno, come il Green Goblin di Wiliam Dafoe o Doctor Octopus interpretato da Alfred Molina. Ma un po’ nascosto, un po’ sotto gli occhi di tutti, il regista John Watts potrebbe aver inserito un piccolo omaggio proprio a Stan Lee.

Verso la fine del trailer, quando Spidey si trova di fronte Doc Ock, è possibile notare varie macchine ferme sul ponte. Tra queste, c’è una taxi con un numero particolare: 1228.

Omaggio a Stan Lee in Spiderman No Way Home

Una serie di cifre come un’altra, che potrebbe non voler dire nulla. Ma parlando di Stan Lee non è una combinazione casuale: si tratta infatti della sua data di nascita, il 28 dicembre 1922. Chissà se Watts in Spider-Man: No Way Home avrà inserito altri omaggi all’Uomo delle Meraviglie, non resta che attendere la sua uscita per il mese di dicembre; anche se diversi rumor parlano di un possibile rinvio al 2022.

LEGGI ANCHE: Spider-Man: No Way Home: nel trailer troviamo “vecchi amici” di Peter Parker

30 anni di Stan Lee nei film Marvel

“Sai ragazzo, io credo che una persona la fa la differenza. Ne sono convinto”

Era il 1989 quando sulla rete televisiva NBC veniva trasmesso Processo all’Incredibile Hulk (in Italia arriverà 4 anni dopo), seguito della serie TV La rivincita dell’Incredibile Hulk. In una scena del film, tra i membri della giuria fa capolino un volto famigliare: proprio quello di Stan Lee, nel suo primo cameo assoluto sullo schermo in un prodotto Marvel.

Stan Lee nel Processo all'Incredibile Hulk
Stan Lee nel Processo all’Incredibile Hulk (1989)

Nel corso degli anni Novanta ha prestato la voce a vari personaggi nelle serie animate Marvel prodotte in quel decennio, come in Spiderman – L’uomo Ragno (1994) e L’Incredibile Hulk. La lunga sequenza di apparizioni cinematografiche di Stan Lee è iniziata di fatto nel 2000 con il primo film degli X-Men di Bryan Singer: da quel momento, salvo eccezioni, The Man non ha più saltato un cameo in un film Marvel.

Le sue apparizioni sullo schermo diventarono un rassicurante abitudine per gli spettatori, sempre in attesa di nuovi cameo iconici. Memorabili sono quelli in Spider-Man 3, o nel primo The Amazing Spider-Man, o ancora in Avengers: Age of Ultron; senza dimenticare la propria controparte animata in Spider-Man: Un Nuovo Universo.
Dopo la sua morte, avvenuta il 12 novembre 2018, Stan Lee ha fatto la sua ultima apparizione in un film Marvel in Avengers: Endgame.

LEGGI ANCHE: Stan Lee, ecco i 10 camei più belli

Stan Lee con Maguire in Spider-Man 3
Stan Lee con Tobey Maguire in Spider-Man 3 (2007)

Stan Lee nel corso della sua carriera nel piccolo e grande schermo ha partecipato anche a produzioni non legate al mondo Marvel, come Kick Ass del 2011 o come in film a basso budget di di diversi amici. Infatti, Stan Lee sfruttando la propria fama ha sempre voluto dare un contributo alle produzioni indie dei propri conoscenti, come per il caso di Blair Murphy (The Man apparve per esempio in due suoi film, come Jugular Wine: A Vampire Odyssey del 1994 e nel 2015 in Zombie Dawn).

Ed è proprio in questo pezzo poco conosciuto della sua storia che Stan Lee farà il suo ultimo cameo in assoluto sul grande schermo, nel film Madness in the Method (2019) dell’amico Jason Mewes.
The Man “salutò” il suo pubblico con una battuta che riassunse un po’ lo humor tipico della maggior parte dei suoi cameo:

Dannata Hollywood, tutti questi attori la stanno trasformando in una zona di guerra!”

Omaggio a Stan Lee in Spiderman PS4
L’omaggio all’Uomo delle Meraviglie nei DLC di Marvel’s Spider-Man per PlayStation 4

LEGGI ANCHE: Marvel’s Spider-Man omaggia Stan Lee nel suo ultimo DLC

Fonte: Polygon

Articoli correlati

Condividi