Dr Commodore
LIVE

The Elder Scrolls Online: Waking flame, la recensione. Prepariamoci alla battaglia finale

Ci stiamo avvicinando alla fine dell’avventura annuale del 2021 di The Elder Scrolls online, e stavolta il DLC è bello corposo e pregno di novità e aggiunte interessanti. Fra le varie novità troviamo nuovi dungeon da completare e nuove armature da ottenere, ma andiamo per gradi.

Quest’anno, dopo il ritorno a Skyrim dell’anno scorso, Bethesda ci ha fatto fare un tuffo nel passato ancor più profondo aprendo i cancelli dell’Oblivion, e liberando Mehrunes Dagon dal suo giogo, rendendo la vita per tutti gli abitanti di Tamriel un progressivo e letterale inferno.

Ambientato 800 anni prima degli eventi di The Elder Scrolls IV: Oblivion, Waking flame ci promette una grande avventura in attesa del gran finale in arrivo con il DLC Deadlands alla fine dell’anno corrente. Siete curiosi di scoprire cosa comprende questo nuovo contenuto scaricabile? allora date un occhiata alla nostra recensione completa di The Elder Scrolls Online: Waking Flame 

Tutte le novità introdotte in Waking Flame

Il DLC comprende diverse novità fra cui due nuovi dungeon da completare obbligatoriamente assieme ad altri 3 compagni di avventure, cioè 

  • Red Petal Bastion, nel nord-est di Glenumbra, ad est dei Burial Mounds. dove per secoli, gli onorevoli Cavalieri della Rosa d’Argento hanno perseguito le crociate contro i servi dell’Oblivion ma ora, custodiscono i loro bottini daedrici indisturbati. Il nostro compito sarà invadere Red Petal Bastion e scoprire la verità dietro la caduta di quel nobile ordine perduto
  • The Dread Cellar, nel nord di Blackwood, a nord-ovest di Wilke, in cui L’Impero tiene i suoi segreti più oscuri nascosti nelle profondità della Palude Nera, lontano da occhi indiscreti. La Dread Cellar è una camera di tortura destinata a trattenere coloro che l’Impero vuole far scomparire.

Oltre a queste due caverne “da incubo”, le novità si posano anche sulla trama, visto che c’è un piccolo avanzamento verso la conclusione della saga con la missione An Apocalyptic Situation, che però arriverà solo con l’Update 32 fra un po’ di tempo, ma che ci permetterà di conoscere La Signora del Terrore, Lyranth la Dremora, che ha bisogno del nostro aiuto per indagare sulle attività dei cultori di Mehrunes Dagon in un’avventura che ti porterà attraverso Tamriel oltre.

Ovviamente le novità non si fermano qui e per questo motivo ecco a voi una lista completa di ciò che è presente in questo aggiornamento premium:

  • Nuovi set di oggetti Waking Flame aggiunge una serie di nuovi set a tema che possiamo acquisire completando i nuovi dungeon.
  • Stili di abbigliamento 
    • L’elmo e le spalle “Magma Incarnate” possono essere ottenuti raramente completando il dungeon Veteran Dread Cellar. 
    • L’elmo e le spalle “Prior Thierric” possono essere ottenuti raramente completando il dungeon Veteran Red Petal Bastion. 
  • Mementos
    • La “Pietra Agonymium” può essere ottenuta ottenendo l’obiettivo “The Dread Cellar Conqueror”. 
  • Markings
    • Il “Tatuaggio viso di cavalleria in frantumi” può essere ottenuto ottenendo l’obiettivo “Analista arcano”. 
    • Il “Tatuaggio corpo cavalleresco in frantumi” può essere ottenuto ottenendo l’obiettivo “Conquistatore del bastione dei petali rossi”. 
  • Pets 
    • L’animale domestico “Scorion Pyreling” può essere ottenuto ottenendo l’obiettivo “Waking Flame Explorer”. 
  • Tinture
    • La tintura “Moonshadow Orchid” può essere ottenuta ottenendo l’obiettivo “Waking Flame Delver”. 
  • Nuovi Arredi Sono stati aggiunti per commemorare la vittoria nel Red Petal Bastion e nella Dread Cellar. Inoltre, completando questi dungeon a qualsiasi difficoltà, sbloccheremo l’acquisto di due nuovi arredi aggiuntivi, Silver Rose Banner e Agonymium Stone

Nuove case

  • Sweetwater Cascades : Situato in una posizione idilliaca tra Khajiiti e le terre imperiali, questa tranquilla villa attinge all’Acquedotto Anequina per le sue fontane danzanti e le profonde cisterne. Dopo esserti rilassato all’aperto, ritirati al chiuso per goderti un’alimentazione sana e un sonno ristoratore.
  • Doomchar Plateau : Forgiato tra le fiamme delle Deadlands, questo altopiano circondato dalla lava offre una vista mozzafiato sui punti di riferimento daedrici e una solida base su cui costruire la tua dimora daedrica e vivere all’interno del regno controllato dal principe Mehrunes Dagon.

La ciccia da giocare: uno sguardo approfondito

In questo aggiornamento a pagamento, come avrete potuto notare dalla sezione precedente, le novità si sprecano, e certamente vi divertirete assieme al vostro party di fiducia ad affrontare gli spaventosi nemici all’interno dei nuovi dungeon e quindi vogliamo prepararvi mentalmente a ciò che troverete in questi che sono poi la parte più importante dell’intero DLC, almeno prima dell’arrivo dell’espansione finale.

Il primo dungeon che è stato aggiunto è il Red Petal Bastion, in cui similmente alla Black Drake Villa della prima espansione (Blackwood) ci troveremo all’interno di un luogo spettrale e infestato, con addirittura un totale di 6 boss da sconfiggere (di cui 3 segreti), ognuno dei quali ci fornirà addirittura un bonus che perdurerà per tutta la durata del raid.

Il secondo luogo che tormenterà le nostre nottate è la Dread Cellar, anche qui con qualche similitudine alle location precedenti come il The Cauldron dell’inizio dell’anno, ma con qualche differenza che non appesantisce l’esperienza, anzi conferisce comunque una sensazione di fresco e nuovo all’esperienza generale. Anche qui abbiamo un totale di 6 boss di cui 3 segreti, che ci doneranno delle abilità passive finchè ci si troverà in questo “accogliente” luogo.

Insomma, alla fine un DLC che funge da antipasto a ciò che vedremo nel futuro, che non stravolge l’offerta del gioco, ma pian piano la rende più appetibile ai fan della vecchia guardia di The Elder Scrolls.

The Elder Scrolls Online: Waking Flame è un tassello di passaggio dovuto che ci sta portando verso il DLC Deadlands, da cui ci aspettiamo una conclusione migliore rispetto alla saga dello scorso anno la saga dedicata ai cancelli dell’oblivion prende spunto da uno dei capitoli più apprezzati dell’intera storia di TES e non ci aspettiamo nulla di meno dalla fine di questa avventura. Finora Waking Flame non brilla per contenuti o novità, ma siamo sicuri che come è stato per Fallout 76, Bethesda saprà riportare al massimo splendore una saga come quella di The Elder scrolls, e se non dovesse riuscirci con questa versione Online ricordate che manca sempre meno a The Elder Scrolls VI

The Elder Scrolls Online: Waking Flame è un DLC a pagamento relativo alla saga “gates of oblivion” ed è attualmente disponibile su PC, Mac e Stadia al costo di 1500 corone (circa 10€). Arriverà su console l’8 Settembre 2021 nelle medesime modalità.

The Elder Scrolls Online: Waking Flame

Voto - 7.5

7.5

The Elder Scrolls Online: Waking Flame è ora disponibile su PC/Mac e Stadia, con due nuovi dungeon, ognuno con le proprie storie uniche su Gates of Oblivion. Waking Flame arriverà su Xbox One, Xbox Series X|S, Playstation 4 e Playstation 5 l'8 settembre.

User Rating: Be the first one !

Articoli correlati

Gennaro Lazzizzera

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Condividi