Dr Commodore
LIVE

The Elder Scrolls Online Blackwood, la recensione: Ritorno nell’Oblivion

Come Greymoor, con Blackwood, l’ultima espansione di The Elder Scrolls Online, facciamo un tuffo nel passato, ma verso le porte dell’Oblivion

Eccoci tornati con il nostro appuntamento trimestrale con The Elder Scrolls Online. Dopo avervi parlato lo scorso anno di Greymoor, Stonethorn e Markhart, a marzo abbiamo avuto la possibilità di mostrarvi Flames of Ambition, cioè la “fase 1 ” della nuova avventura annuale nel mondo fantastico di Tamriel.

L’espansione di cui parleremo oggi è Blackwood, che similarmente a quelle precedenti aggiunge un’ omonima nuova zona esplorabile, e una nuova questline assieme a tante piccole novità di cui potremo scoprire ogni dettaglio in seguito.

Scopri i piani del principe daedrico Mehrunes Dagon 800 anni prima degli eventi di The Elder Scrolls IV in Gates of Oblivion

The Elder Scrolls Online Blackwood

Le novità introdotte

Prima di tutto, è stata aggiunta una nuova zona esplorabile: Tra la patria degli argoniani e la provincia imperiale di Cyrodill, la regione di Blackwood (che i fan di vecchia data della saga di sicuro ricorderanno in The Elder Scrolls :IV) è assediata dall’influenza dei Daedra, e la sua gente lotta per sopravvivere agli aspiranti tiranni e ai mali generati dall’Oblivion.

In questa espansione troveremo molte altre novità, nello specifico:

  • +30 ore di storyline in cui scoprire i malvagi piani del principe daedrico Mehrunes Dagon. Gli imperatori di Longhouse hanno fatto un patto con il Principe della Distruzione, e tutta Tamriel è minacciata dalla loro ambizione! Una nuova trama principale che fa parte della più grande avventura di Gates of Oblivion.
  • Introdotto il sistema di “Compagni”, una nuova funzionalità che permette al giocatore di reclutare alleati NPC che viaggeranno e combatteranno al tuo fianco, similmente a quanto accadeva già per esempio in Skyrim.
  • Nuovi dungeon e caverne ma anche boss sparsi per la mappa di gioco e missioni indipendenti.
  • Un nuovo Trial, cioè Rockgrove: Riprendi il villaggio di Rockgrove dagli argoniani adoratori di Daedra in un nuovo Trial a 12 giocatori. Combatti per la città e metti fine ai rituali della tribù invaditrice prima che possano chiamare il grande esercito di Mehrunes Dagon.
  • Nuovi eventi pubblici, Portali dell’Oblivion : Entra nei Portali dell’Oblivion sparsi in tutta la regione di Blackwood e combatti per salvare Tamriel
  • Guadagna, sblocca e trova le Reliquie Perdute di Blackwood. Acquista sei nuovi e potenti set di equipaggiamento, una serie di oggetti da collezionare, Achievements, oggetti e altro ancora!

Insomma, una nutrita lista di novità introdotte, che fanno di Blackwood una delle espansioni più grandi degli ultimi tempi, con addirittura una grande aggiunta al gameplay come i compagni. Fortunatamente poi, questa volta i nemici saranno automaticamente adattati al nostro livello di abilità grazie alla funzionalità One Tamriel.

The Elder Scrolls Online Blackwood

Non è tutto oro ciò che luccica

Purtroppo però fra tutte le novità di The Elder Scrolls Online: Blackwood c’è qualcosina che ha dovuto sacrificarsi, probabilmente per evitare che il gioco arrivasse a pesare una quantità spropositata di gigabyte. Per esempio i companion reclutabili sono solo 2, anche se evocabili in qualsiasi momento, ci saremmo aspettati un po’ più di varietà, visto che nei capitoli offline si possono ingaggiare centinaia di mercenari e NPC.

Entrambi i companion fortunatamente hanno le loro abilità e stili di gioco unici: Bastian Hallix è uno stregone, che può essere utile come Healer o come Tank. Al contrario, Mirri Elendis è un assassino silenzioso che può muoversi attraverso le ombre e assorbire la forza vitale dai nemici come un Nightblade.

Addirittura sarà possibile guadagnare o perdere il loro rispetto nei nostri confronti, compiendo determinate azioni. La funzionalità è molto interessante ma alla fine dei conti tediosa, in quanto anche raccogliendo determinati oggetti o insetti i companion potrebbero decidere di abbandonarci per un po’ di tempo, divenendo inutilizzabili.

In più c’è da dire che TESO sta iniziando a mostrare i segni del tempo, nonostante un promesso aggiornamento Next-Gen, sulla piattaforma in nostro possesso (PC) l’età si fa sentire eccome.

Si aprono i cancelli dell’Oblivion

Blackwood alla fine dei conti è una buona espansione, con tanti contenuti e una questline principale da oltre 30 ore di gioco e anche alcune novità in termini di gameplay. Il gioco in se per se sta cominciando ad avvertire il peso degli anni, ma Bethesda sta facendo un ottimo lavoro nel supportare sia The Elder Scrolls Online, sia Fallout 76 , con aggiornamenti periodici e annuali pieni di contenuti.

E voi? cosa ne pensate di The Elder Scrolls Online: Blackwood? Siete fan del gioco? avete seguito tutta la trama del Cuore oscuro di Skyrim? fatecelo sapere con un commento.

Voto 7.5/10

Articoli correlati

Gennaro Lazzizzera

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Condividi