fbpx
Film/Serie Tv News

Dave Bautista contro Disney: “Non so se lavorerò ancora per loro”

Dave Bautista torna ad esprimere il suo disappunto e questa volta le sue parole preoccupano notevolmente

Non c’è dubbio che negli ultimi tempi Dave Bautista non abbia mai perso l’occasione di esprimere il suo disappunto nei confronti del licenziamento di James Gunn da parte di Disney.

Il celebre wrestler si è infatti da sempre schierato dalla parte di Gunn, definendolo uno degli individui più premurosi e buoni che abbia mai conosciuto. Dopo le minacce di abbandonare i Guardiani della Galassia 3 (attualmente in produzione sospesa) se non fosse stato utilizzato lo script di Gunn, l’attore torna oggi a scagliarsi contro la casa di Topolino.  Drax il distruttore si esprime questa volta per le telecamere de il The Jonathan Ross Show, affermando che difficilmente tornerà a lavorare con la Disney. 

“Stanno mettendo da parte il film, è sospeso a tempo indeterminato. Per essere onesto con te, non so se voglio lavorare per Disney”.

Leggi anche: Avengers 4 – La sospensione di Guardiani della Galassia 3 potrebbe cambiare le sorti del film

Una scelta rispettabile, che potrebbe seriamente compromettere le sorti della carriera del nerboruto attore. Bautista non è però l’unico che si è espresso contrario riguardo le decisioni prese da Disney, da Lloyd Kaufman a Kurt Russell, anche i membri del cast de i Guardiani della Galassia hanno firmato una lettera in favore di James Gunn. Nonostante il sostegno nei confronti dell’esuberante regista, la Disney si è dimostrata a dir poco irremovibile. Purtroppo dopo quei tweets provocatori risalenti a 10 anni or sono, sembra proprio che Gunn non abbia più speranze di essere riammesso al progetto.

Voi cosa ne pensate? Come vedete il futuro del MCU senza Drax? Ditecelo nei commenti!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

 

Facebook Comments

Lorenzo Marcoaldi

Cinefilo e videogiocatore incallito, non perdo mai l'occasione di andare al cinema.
Appassionato del cinema riflessivo di Villeneuve e quello parodistico di Edgar Wright, considero la trilogia del cornetto un monito da contemplare saltuariamente.