Dr Commodore
LIVE

Adesso Doom gira anche sui trattori

Il primissimo Doom è una delle pietre miliari della storia dei videogiochi: uscito il 10 dicembre 1993 per MS-DOS, il titolo sviluppato da id Software è considerato tra i primi sparatutto in prima persona moderni, insieme a Wolfenstein 3D.

Ma il titolo di id Software non è ricordato solo per questo: ciò che ha reso Doom ancora più famoso è il fatto di essere stato installato su ogni dispositivo elettronico che è possibile immaginare. Il fatto che da molti anni il codice del gioco è pubblico, e che i requisiti per farlo girare sono veramente minimi, ha fatto sbizzarrire vari programmatori, che lo hanno installato per esempio su un mattoncino LEGO, su un test di gravidanza, e così via.

Tra gli ultimi oggetti che hanno incontrato il titolo di id Software è stato un veicolo John Deere: infatti, Sick Codes tramite un jailbreak ha fatto girare Doom sul display di un trattore.

LEGGI ANCHE: Thymesia – Recensione: l’anello mancante tra Sekiro e Bloodborne

Doom su un trattore

Doom: tra grano e trattori

Da qualche tempo in tutto il mondo è vivo il movimento “Right to repair“, per il diritto alla riparazione dei dispositivi elettronici. Nell’Unione Europea questo diritto è molto sentito: per esempio, il Parlamento Europeo si è espresso in favore alla reintroduzione obbligatoria delle batterie rimovibili sugli smartphone.

Negli USA tale movimento è molto sostenuto dagli agricoltori, impegnati da anni in una battaglia con le aziende produttrici di trattori per poter avere la possibilità di riparare da soli i propri mezzi agricoli. Uno degli ultimi trattori che è stato oggetto di jailbreak è il John Deere 4240 al DEF CON 30 di sabato scorso, ad opera del già citato Sick Codes. Anche se Sick Codes,

Sick Codes ha pubblicato sul suo profilo Twitter un breve video dove mostra Doom girare sul display del trattore John Deere; che, tra l’altro, è una mod ambientata proprio in un campo di grano:

Sick Codes ha dichiarato a Wired che inizialmente ciò che faceva era diverso da quanto sostenuto dal movimento Right-to-repair; ma poi, in parte spinto dagli agricoltori stessi, ha voluto dimostrare loro che “è possibile effettuare il root dei propri dispositivi

Come ha specificato in altri tweet, Sick Codes ci ha impiegato “mesi” per effettuare un jailbreak su tale modello di trattore; inoltre, l’installazione di Doom è stata resa possibile anche grazie all’aiuto della modder Skelegant.

LEGGI ANCHE: Rollerdrome – recensione: pattini e proiettili

Fonti: [1, 2]

Doom 1993


Articoli correlati

Condividi