Dr Commodore
LIVE

Emma Stone come Scarlett Johansson: anche l’attrice vorrebbe citare in giudizio la Disney

La Disney è al centro della polemica, a quanto pare anche Emma Stone si schiera con Scarlett Johansson

Dopo Scarlett Johansson che ha citato in giudizio la Disney per il rilascio di Black Widow sulla piattaforma Disney + in contemporanea con il rilascio nei cinema, diversi attori si stanno schierando dalla parte dell’attrice dell’MCU.

Secondo la Johansson e i suoi avvocati, la multinazionale non avrebbe rispettato il contratto da lei firmato precedentemente: il guadagno netto è risultato inferiore rispetto a quello che in realtà avrebbe dovuto guadagnare l’attrice ma, a causa del rilascio in streaming sulla piattaforma, Scarlett ha preso molti meno soldi di quanti le spettavano. 

Ma la nostra Natasha Romanoff non è l’unica a voler citare in giudizio la Disney: un altro volto familiare di recente ha recitato in un film targato Disney ed è proprio Emma Stone in Crudelia.

emma stone

A quanto pare Emma Stone starebbe considerando l’idea di citare in giudizio la multinazionale per il rilascio di Crudelia su Disney +. Il film non ha raggiunto grandi numeri come ci si aspettava anche se in Italia si è piazzato al primo posto come film più visto nell’anno solare 2021, solo dopo cinque settimane dalla riapertura delle sale. Negli USA e nel resto del mondo però non è andato molto bene, anche se è stato molto apprezzato dal pubblico e dalla critica. 

Crudelia è stato rilasciato nelle sale e in contemporanea su Disney + il 28 maggio, disponibile alla visione grazie all’accesso vip al prezzo di € 21,99, stesso metodo che hanno utilizzato per Mulan e Raya a causa delle condizioni pandemiche che hanno messo in ginocchio le sale cinematografiche.

“Si dice che Emma Stone, la star di Crudelia, stia valutando le sue opzioni”, ha scritto Belloni, ex redattore del The Hollywood Reporter ed ha anche aggiunto il nome di Emily Blunt come attrice che potrebbe parlare dopo il rilascio di Jungle Cruise che debutterà questo fine settimana. Ha definito la Disney “notoriamente difficile da affrontare” in queste circostanze, aggiungendo che altre stelle del cinema coinvolte hanno aspettato dietro le quinte che qualcuno prima di loro parlasse.

La Disney ha già risposto agli avvocati di Scarlett Johansson, facendo un po’ di chiarezza sul contratto firmato dall’attrice e sostenendo che il rilascio sulla piattaforma le abbia portato un guadagno in più e non in meno. 

Se Emma Stone dovesse citare in giudizio la Disney per lo stesso motivo, la casa di Topolino verrà costretta a rimuovere l’accesso vip dalla piattaforma, per favorire i cinema e quindi aumentare il guadagno degli attori sui propri lavori.

Articoli correlati

Cristina Nifosi

Cristina Nifosi

Cristina, 24. Ho una crush infinita per Chris Evans.

Condividi