fbpx
Fotografia

Sony annuncia A7S III, la sua migliore mirrorless per le riprese 4K

A7SIII

Nella giornata di oggi è stata finalmente presentata la Sony A7SIII, andiamo a vedere nel dettaglio le caratteristiche.

Nonostante nei mesi precedenti siano usciti svariati leak riguardanti la nuova macchina di casa Sony, oggi alle 16 in una live su Youtube l’azienda ha ufficializzato la nuova fotocamera, andiamo a vedere le caratteristiche definitive.

Come previsto la A7SIII non riprende in 8K, ma punta a offrire la migliore esperienza per le riprese 4K tra le mirrorless. La A7SIII infatti permette di sfruttare al massimo la risoluzione 4K, senza l’utilizzo di pixel binning in nessuna modalità di ripresa. Inoltre è stato minimizzato l’effetto del rolling shutter, presente in particolare sulle full-frame.

Dopo tutto il polverone che si è sollevato riguardo il problema di surriscaldamento della nuova R5 di casa Canon, Sony ha specificato che la nuova macchina permette di registrare in 4K 60p per un’ora intera e mezz’ora a 120p.

È stato poi annunciato il processore della A7SIII, il nuovo Bionz XR, che permette alla macchina di ottenere riprese in 4K 10-bit 4:2:2 in tutte le risoluzioni e frame-rate. Inoltre sempre grazie al nuove processore è possibile ottenere 16-bit RAW in output dalla presa HDMI di tipo A.

La S sta per sensibilità

A7SIII

A differenza di Canon, Sony ha ovviamente puntato non sui megapixel ma sulla luminosità del sensore, infatti esso ha sempre 12MP (12.1 in realtà) come le precedenti, ma permette più di 15 stop di gamma dinamica nativa, da 80 a 102.400 ISO, che arrivano a 409.600 estesi. La cosa che piacerà a chi gira in S-Log è che gli ISO minimi ora sono di 640, riducibili ulteriormente a 160, in modo da avere neri puliti e non rumorosi, come accadeva sui vecchi modelli.

Autofocus ottimizzato per le riprese

A7sIII autofocus

La nuova A7SIII semplifica l’utilizzo dell’autofocus durante le riprese, grazie al nuovo processore infatti permette di avere un riconoscimento migliore del volto e degli occhi. Tutto questo funziona a piena capacità a tutte le risoluzioni e copre il 92% del sensore. Piccola chicca la possibilità di regolare la velocità di cambio del fuoco in 7 livelli diversi, tramite un semplice tap sullo schermo.

Schermo articolato, EVF rinnovato

Come già si sapeva poi essa avrà lo schermo completamente articolato, la prima Full-Frame di casa Sony a montarlo, a sorprendere è invece il mirino elettronico, che si piazza tra i migliori al mondo a livello di risoluzione e di grandezza.

Doppio slot di memoria, sia UHS-2 che CFExpress Tipo-A

memoria

La macchina sarà la prima a offrire la possibilità di usare le nuovissime CFExpress di Tipo-A, che permettono 800MB/s in lettura e 700MB/s in scrittura. I costi ovviamente sono altini, 230€ per 80GB e 440€ per 160GB.

Dulcis in fundo, Sony ha finalmente deciso di aggiornare il menù rendendolo di più facile utilizzo, con una modalità apposta per quando si entra in modalità Movie, e permette tramite il MI-Shoe di catturare direttamente l’audio, senza cavi o batterie necessari, fino a 4ch 24-bit con XLR-K3M.

In seguito vi riportiamo tutte le altre informazioni che sono state dette durante la presentazione:

Se volete recuperarvi le nostra guida per entrare nel mondo della fotografia, ecco qua le varie puntate: Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Twitch!

Canale Offerte Telegram!