fbpx
News Ps4 Videogames Xbox One

Red Dead Redemption 2, ecco come trovare la Pantera Leggendaria

Trovare la Pantera Leggendaria in Red Dead Redemption 2 è semplice, se sai dove cercare

Sono tante le bizzarrie e gli elementi di grande rarità all’interno di Red Dead Redemption 2, e tra questi non si trovano solo spade piratesche o sette incappucciate, ma anche animali non comuni. State cercando disperatamente la Pantera Leggendaria per completare la vostra esperienza di cacciatori provetti, ma non sapete dove sbattere la testa? Ecco qualche informazione sul come rintracciare questa singolarità del mondo di gioco di Red Dead Redemption 2. L’unica premessa è quella di aver completato la nona sfida da Maestro della Caccia

Red Dead Redemption 2

Partendo da Saint Denis, cavalcate verso Ovest in direzione Bolger Glade, e seguite poi la frontiera verso Sud nel tratto compreso tra la radura e Shady Belle. Il primo indizio si trova nella mappa sulla quale Arthur disegna la Pantera, precisamente nella parte bassa. Usando l’Eagle Eye, è possibile notare dello sterco animale vicino a un percorso sulla sinistra, non troppo distante. Questo percorso porta verso sud, attraverso la boscaglia. Qui usate a più riprese l’Eagle Eye finché non trovate delle tracce di sangue alla base di un albero. Da questo punto, la traccia da seguire porta verso Ovest, finché non si trova una carcassa che indica la vicinanza della bestia.

Proseguendo lentamente verso Ovest, si trovano ulteriori carcasse, ed è proprio in questo tratto del tragitto che la Pantera proverà a tendervi un’imboscata. Dunque, suggeriamo di tenersi pronti all’uso del Dead Eye, in modo tale da poter indebolire la bestia per poi finirla a colpi di fucile. Ricordiamo che dal corpo della Pantera Leggendaria potrete ricavare il materiale per indumenti di vario tipo, nonché il ciondolo con l’occhio.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steame Twitch.

 

Facebook Comments

Samuele Sanesi

Giocatore da sempre, Game Designer come stile di vita. Caporedattore nel tempo libero (a volte anche in quello occupato). Mangio salutare e bevo tanta acqua, perché i videogiochi tra settanta anni non si giocheranno da soli. Ho predilezione per ogni forma di intrattenimento ludico. Amo la mia città, le tradizioni Italiane e la mia famiglia. Uno dei miei hobby è la critica del Tiramisù. Ho visto navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione.