fbpx
News Nintendo Videogames

Nintendo, il nuovo presidente punta ad un business mobile miliardario

Pokémon GO

Furukawa parla del futuro di Nintendo nel mobile gaming

La nuova leadership di Nintendo pare avere un approccio nuovo al mercato, come ci si aspetta da una figura come Shuntaro Furukawa. Il nuovo presidente si è infatti espresso ai microfoni di Nikkei, spiegando che uno dei suoi piani è rinvigorire il mercato del mobile gaming. Nello specifico, Furukawa prevede la costruzione attorno ad esso di un business di miliardi di dollari. Nintendo si è timidamente affacciata al mercato mobile con esperimenti come Pokémon Go e Miitomo, ed il nuovo presidente pare non voler abbandonare il percorso. Shuntaro Furukawa, successore di Tatsumi Kimishima – gatekeeper dopo la dipartita di Satoru Iwata – ha solo 46 anni ed appartiene chiaramente alla generazione più giovane all’interno del management Nintendo.

Shuntaro Furukawa

“The idea that something will emerge that transforms into something big, in the same manner as game consoles, is the defining motive of the Nintendo business,” spiega a Nikkei “From what I can see, smartphone games are the ones I want to expand the most.”

“L’idea che qualcosa emergerà per trasformare (il mercato mobile) in qualcosa di grande, come avvenuto per le console da gioco, descrive lo scopo del business Nintendo” spiega a Nikkei “Da ciò che vedo, i giochi per smartphone sono quelli che voglio espandere di più”

Cosa vedremo nei prossimi anni?

Furukawa ha inoltre affermato che prevede il raggiungimento di un giro d’affari da 100 miliardi di Yen (poco meno di  un miliardo di dollari col cambio attuale) esclusivamente tramite il lato smartphone della compagnia. Nei prossimi anni vedremo dunque Nintendo muoversi in un territorio a lei non particolarmente affine, nel quale ha finora generato impressioni miste. Pokémon Go stesso, fenomeno di massa planetario, è tutt’ora criticato per la riproposizione di una formula scarna e già vista. Allo stesso modo, Fire Emblem: Heroes è stato abbandonato da molti utenti a causa dell’invasività delle microtransazioni.

Pokémon Go

 

Ci auguriamo che Nintendo faccia tesoro dell’esperienza maturata in anni di DS, al fine di portare in ambito mobile prodotti degni di essere chiamati Videogiochi. Sottolineiamo che Nintendo DS non è un equivalente, ma sicuramente adiacente al gaming mobile. Non sappiamo in che modi si svilupperà sopracitato business, dunque rimaniamo in attesa, nella speranza che non alteri la natura di Nintendo. Nessuno di noi si aspetta dei surrogati mobile di giochi destinati all’immortalità, come The Legend of Zelda: Breath of The Wild, sia chiaro. Tuttavia, Nintendo ha in mano franchise che possono sposarsi senza troppi sforzi con gli smartphones, come Advance Wars ed il Professor Layton.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

 

Facebook Comments

L'autore

Samuele Sanesi

Giocatore da sempre, Game Designer come stile di vita. Caporedattore nel tempo libero (a volte anche in quello occupato). Mangio salutare e bevo tanta acqua, perché i videogiochi tra settanta anni non si giocheranno da soli. Ho predilezione per ogni forma di intrattenimento ludico. Amo la mia città, le tradizioni Italiane e la mia famiglia. Uno dei miei hobby è la critica del Tiramisù. Ho visto navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!