Dr Commodore
LIVE

Anonymous ha attaccato l’Agenzia Federale Russa per il Trasporto Aereo

Il gruppo di hacker Anonymous avrebbe sferrato un potente attacco informatico all’Agenzia Federale Russa per il Trasporto Aereo, la Rosaviatsia, lo scorso sabato mattina. Con quest’attacco, venuto alla luce ieri, il sito dell’Agenzia (favt.ru) è inaccessibile e i 65 terabyte di dati presenti nel server sono stati completamente cancellati.

Tra i dati presenti c’erano dati di registrazione dei vari aeromobili, email, documenti e file. L’attacco è serio perché sembra che la Rosaviatsia non possegga alcun backup dei dati, che quindi sarebbero andati persi per sempre. Secondo quanto riportato da The Aviation Herald, la mancanza di un backup dei dati sarebbe dovuto al fatto che il Ministero della Finanza Russo non avesse stanziato fondi per esso.

Il gruppo ha rivendicato l’attacco tramite il profilo Twitter YourAnonNews, dove è stato condiviso l’articolo in merito scritto da aviation24. La Federazione Russa, invee, non ha ancora confermato ufficialmente l’attacco hacker, e questo si nota anche dalla giustificazione ufficiale data dal sito della Rosaviatsia sull’inaccessibilità del sito, secondo la quale sarebbe dovuta ad un malfunzionamento e non ad un hackeraggio.

Gli Anonymous e la cyber-guerra contro la Russia

Sin dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina, gli Anonymous si sono prodigati a riempire di attacchi hacker la Russia. Il gruppo ha prima attaccato i vari siti del governo, per poi colpire anche i canali televisivi per trasmettere gli orrori delle azioni russe, la Banca di Russia, da cui ha rubato trentacinquemila file, e l’Istituto di Sicurezza Nucleare, da cui hanno rubato una quarantina di documenti.

Oltre all’attacco contro al Rosaviatsia, nelle ultime ore gli Anonymous hanno diffuso un documento riservato del Ministero della Difesa Russo (anche se per molti si tratta solo di un falso, anche se nelle scorse settimane gli Anonymous hanno reso pubblici diversi documenti della difesa russa) e le mail segrete della società di costruzione Rostproekt. Ieri il gruppo ha poi minacciato apertamente il paese dichiarando che il prossimo attacco hacker “spazzerà via la Russia” e che avverrà nelle prossime due settimane. Il gruppo ha poi aperto un sito ufficiale dove gli utenti possono scaricare tutti i dati finora trafugati dalla Russia.

anonymous

Fonti: 1 | 2 | 3.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi