Curiosità

Epilogue: la fine dei Daft Punk

Daft Punk

Ce lo dovevamo aspettare

Dopo anni di silenzi, voci, produzioni. Dopo il mancato Alive 2017 e l’assenza alla performance di Weeknd per l’ultimo Superbowl.
Quello che stava per succedere forse era chiaro da un po’, eppure, ci volevamo tutti ancora credere. D’altronde i Daft Punk sono famosi per non far trasparire nulla, giusto? Sicuramente arriverà un album a sorpresa, una colonna sonora, un brano pronto a risalire tutte le classifiche mondiali.

Forse in fondo, l’avevamo già capito, eppure… ce lo dovevamo aspettare. La verità è che la conferma non poteva farci più male di così. 

Daft Punk

I Daft Punk si sono sciolti, o si sono divisi, questo è ancora da confermare. L’unica cosa certa è una: non rivedremo più quei leggendari caschi cromati che tanto ci hanno fatto sognare.

Insieme ai leggendari elmetti se ne vanno i leader assoluti della french touch nonché maestri dell’esibizione dal vivo. Un pezzo fondamentale di musica elettronica che non fa altro che farmi rimpiangere di non essere nato prima per godermi dal vivo Alive 2007.

A farlo, nel loro stile. 7 minuti e 58 di video in cui possiamo vedere un montato con clip provenienti da Electroma, film diretto dal leggendario duo francese nel lontano 2006. Vediamo i due camminare nel deserto quando, Guy-Manuel, si appresta ad attivare il dispositivo di Thomas Bangalter per l’autodistruzione. Di li a poco l’allontanamento di quest’ultimo che esplode in mille pezzi, frantumando non solo la sua iconica immagine, ma anche i cuori di tutti quelli che, come noi, ancora aspettavamo ingenuamente un possibile ritorno. 

Immediatamente dopo l’esplosione veniamo accompagnati dalle note di Touch (dal loro ultimo album del 2013, Random Access Memories) sulla grafica che dipanerà ogni dubbio:

I Daft Punk sono veramente finiti.

Dando spazio a qualche lacrima, il video ci riporta infine di nuovo su Guy-Manuel, ormai sempre più lontano, seguito dalle note della toccante Touch. Un viaggio è finito, forse, non c’era modo e brano migliore di annunciarlo. 

Inutile dirlo, dopo la confusione il cervello si è azionato nuovamente: Si sono divisi? C’è ancora la possibilità che vedremo ancora un membro solo del leggendario duo?
Perché proprio oggi? 22/02/2021, l’uno finale simboleggia effettivamente che ne è rimasto uno? Oppure il 2021 è stato scelto poiché ricordiamolo, i Daft Punk sono in attività dal 1993 come recitato nell’immagine, ma il loro aspetto robotico l’hanno assunto solo nel 1999, proprio 22 anni fa. Quindi anche di Tron 3 non se ne fa niente? La sparata di Dario Argento era effettivamente priva di ogni fondamento? Qualche giorno fa, quando uscirono le immagini inedite di Alive, ero sicuro ci fosse qualcosa sotto. Quindi siamo sicuri che i Daft Punk si siano ritirati?

La verità è che, dopo aver versato qualche lacrima, ho già ripreso a sperare. Ce lo dovevamo aspettare.

Grazie di tutto.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop shop.drcommodore.it e sul canale telegram DrCommodore Offerte

L'autore

Lorenzo Marcoaldi

Cinefilo e videogiocatore incallito, non perdo mai l'occasione di andare al cinema.
Appassionato del cinema riflessivo di Villeneuve e quello parodistico di Edgar Wright, considero la trilogia del cornetto un monito da contemplare saltuariamente.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!