Dr Commodore
LIVE

Yu-Gi-Oh: Guida per i nuovi arrivati – Parte 1

Volete cominciare a giocare a Yu-Gi-Oh? Beh, vi possiamo dare una mano.

Vi siete appassionati ai giochi da tavolo che coinvolgono un mazzo di carte per ciascun giocatore, ma non sapete con quale iniziare. Fidandovi delle giornate dopo la scuola passate su Italia 1, decidete di fiondarvi su Yu-Gi-Oh, ma visto che in quel cartone piegavano le regole come il bambino di Matrix piegava i cucchiai, non sapete proprio da che parte cominciare. O magari siete stati giocatori in passato e volete ricominciare dopo tempo per togliervi uno sfizio. Beh, siamo qui apposta per aiutarvi a giocare a Yu-Gi-Oh, spiegandovi al meglio le componenti.

Le basi

Yu-Gi-Oh

Nell’immagine mostrata manca la zona adibita alle carte rimosse, ma non essendo considerata propriamente una zona dal regolamento, vengono solitamente messe a fianco al cimitero.

Cominciamo dal terreno di gioco di Yu-Gi-Oh: questo si è adeguato parecchio nel corso degli anni, dato anche da vari cambi di regolamento. Al momento della scrittura dell’articolo ci si attiene alla cosiddetta “Master Rule 2020“, che spiegheremo in un articolo futuro, quindi il terreno si presenta in questo modo:

Come si nota dall’immagine ci sono:

  • 5 zone mostro principali.
  • 5 zone magie e trappola (2 di queste possono essere utilizzate per i mostri Pendulum che tratteremo più in là).
  • Una zona per la carta magia terreno.
  • Un cimitero.
  • Una zona per il deck principale.
  • Una zona per l’extra deck (Detto precedentemente Deck Fusione, cambiato con l’avvento dei mostri Synchro).
  • Due zone mostro extra.

L’extra deck deve contenere ESCLUSIVAMENTE questa tipologia di carte:

  • Mostri Fusione.
  • Mostri Synchro.
  • Mostri Xyz.
  • Mostri Pendulum quando lasciano il terreno (Rigorosamente scoperti).
  • Mostri Link.

Nel deck principale vanno invece le seguenti carte:

  • Mostri Normali.
  • Mostri con Effetto (E i vari sottotipi che non tratteremo ora).
  • Mostri Rituale.
  • Mostri Pendulum.
  • Magie.
  • Trappole.

Le carte hanno colori differenti a seconda della tipologia:

  • Giallo per i mostri Normali (Detti, in gergo, anche Gialloni per il loro colore).
  • Arancio per i mostri con Effetto.
  • Violetto per i mostri Fusione.
  • Blu per i mostri Rituale.
  • Bianco per i mostri Synchro.
  • Nero per i mostri Xyz.
  • Uno dei colori citati poco fa più il Verde per i mostri Pendulum (Esempio: Per un mostro Pendulum Normale, Giallo in cima e Verde in fondo).
  • Blu Scuro con un motivo esagonale per i mostri Link.
  • Verde per le Magie.
  • Viola per le Trappole.
  • Grigio per i Segna-Mostro (Carte generate dagli effetti di alcune carte, che talvolta possono fungere da tributo per l’evocazione di un mostro).

I mostri, eccetto i Link, possono assumere fino a 3 posizioni sul terreno:

  • Posizione d’Attacco, quando la carta è scoperta in senso verticale.
  • Posizione di Difesa, quando la carta è scoperta in senso orizzontale.
  • Coperta, quando la carta è coperta in senso orizzontale (Da regolamento, non è possibile coprire una carta mostro in senso verticale).

I Mostri Link, al contrario, possono assumere solo la prima posizione mentre sono sul terreno e sono immuni a qualsiasi effetto che cambierebbe tale posizione. Le carte Magia e Trappola possono essere Coperte o Scoperte, ma sempre e solo in senso verticale (Ad esclusione di casi specifici, solitamente specificati sulle carte stesse).

Con questo primo articolo abbiamo specificato i rudimenti di Yu-Gi-Oh, quali il terreno e le caratteristiche principali delle carte, ma restate in attesa di altri articoli sull’argomento dove passeremo dai fondamentali, quali la struttura delle carte, fino ad elementi più avanzati, come la velocità o il timing delle carte.

Scriveteci in un commento quali altri argomenti vorreste vedere trattati in questa guida.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Articoli correlati

Marco Tilloca

Marco Tilloca

Nato nel '96, questo baldo giovane passa il giorno e la notte alla ricerca di notizie su film, serie tv e anime. Nel tempo libero posta amenità sui suoi social.

Condividi