fbpx
News Pc Ps4 Videogames Xbox One

DICE spiega perché Battlefield V non accetta parole come “DLC” o “White man”

Perché non si possono scrivere le parole “DLC” e “White man” su Battlefield V? DICE risolve l’enigma!

Durante la sessioni di beta di Battlefield V terminate poco tempo fa e aperte a una moltitudine di giocatori di tutto il mondo, alcuni utenti hanno notato un’apparente anomalia nella chat. Difatti molte parole, in apparenza completamente innocue, venivano inesorabilmente censurate dall’algoritmo che regola la chat in-game.
DICE ha finalmente spiegato il perché di ciò, attribuendo la colpa all’IA incaricata di censurare le parole inappropriate.

Battlefield V
Ecco come le frasi contenti la parola “DLC” venivano completamente oscurate

David Sirland ha spiegato attraverso un tweet come il sistema stia utilizzando un vocabolario derivato direttamente da altri giochi EA. L’algoritmo censurava alcune parole, di per sé prive di connotazioni negative, poiché complici di aver causato discussioni tossiche in altri titoli.

David ha comunque confermato che questo sistema cambierà in futuro per raggiungere una completa funzionalità. Buone notizie quindi per i giocatori di Battlefield V che non vedranno più censurate senza motivo le proprie discussioni in-game!
Ricordiamo che il titolo uscirà il 20 novembre e sarà disponibile su PS4, Xbox One e PC.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

L'autore

Corrado Papucci

Fruitore del mondo videoludico sin dalla nascita, il mio viaggio inizia partendo dalla versione freeware di Wolfenstein 3D e di Lemmings, passando per le mitiche PS2 e PS3 e le loro svariate perle , e termina ritornando ai cari e vecchi dispositivi dotati di mouse e tastiera.
Un gran bel viaggio che spero possa continuare anche verso nuove direzioni e piattaforme. Possibilmente anche economicamente raggiungibili.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!