News Videogames

Assassin’s Creed, più epoche e più social nei prossimi capitoli

Assassin's Creed Odyssey

Idee chiare per il futuro da parte degli sviluppatori di Assassin’s Creed Odyssey

Mentre molti sviluppatori all’E3 2018 si sono concentrati sull’attuale generazione di console, qualcuno pensa già al futuro. È il caso di Lionel Raynaud, vice presidente di Ubisoft e Scott Phillips, game director di Assassin’s Creed Odyssey. Durante la fiera infatti, Lionel Raynaud ha parlato di come una nuova tecnologia per la prossima generazione di console possa fare la differenza per l’ampliamento della serie di Assassin’s Creed. Egli è convinto che un singolo capitolo della serie possa contenere più di un periodo storico, con l’Animus che in grado di viaggiare da un periodo all’altro.

Assassin's Creed Odyssey

Raynaud ha parlato principalmente della forza dei giochi Ubisoft nel supporto post lancio. Tuttavia, la sua linea di pensiero riguardante i limiti della tecnologia attuale e le opportunità di una tecnologia futura, si è distinta nel discorso. Scott Phillips nello specifico è stato interpellato riguardo la prossima generazione di console. La sua più grande aspettativa riguarda le funzionalità di connessione. Egli pone l’accento sulla voglia costante dell’utenza di essere sempre connessi con i propri amici; sottolineando inoltre la volontà di coinvolgere la community supportando attività di condivisione come la modalità foto, che tornerà sul nuovo capitolo della serie. Egli conclude con la speranza che questo tipo di tecnologie saranno sempre più frequenti e prolifere. Ricordiamo che Assassin’s Creed Odyssey sarà disponibile il 5 ottobre 2018 su PlayStation 4, Xbox One e PC. Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Puntereste anche voi alle funzioni di interazione? Fatecelo sapere!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

L'autore

Mirko Proietti

Videogiocatore dal 1999, all'età di 3 anni la prima esperienza con Mega Drive e PlayStation in contemporanea. Predilige il genere Platform, ma da sempre mantiene una visione a 360 gradi del panorama videoludico. Laureato in comunicazione e orientato allo sviluppo tecnologico, cerca la completezza nella produzione del videogioco, che tende a considerare un'arte vera e propria.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!