fbpx
Pc Ps4 Xbox One

Final Fantasy VII Remake, facciamo il punto della situazione

Il nostro speciale su Final Fantasy VII Remake

Final Fantasy VII, uscito ormai nel lontano 31 gennaio 1997 in Giappone e il 17 novembre dello stesso anno in Europa, segnò inesorabilmente l’evoluzione dei giochi di ruolo giapponesi. Infatti, ad oggi, viene ancora considerato dai giocatori uno dei migliori capitoli del brand, nonché del genere.

Gli si può senz’altro attribuire il ruolo di introduttore al genere per molti giocatori dell’epoca. Questo remake vuole riportare il gioco sulle piattaforme attuali completamente ricostruito, cercando di mantenere quel fascino che fece innamorare tutti. Come tutte le cose belle di Square Enix, dovremo attendere ancora un bel po’ (Chi ha detto Kingdom Hearts 3?).

Cosa sappiamo di Final Fantasy VII Remake?

Tempo addietro Square Enix spostò lo sviluppo del remake da CyberConnect2 ai suoi studi interni, ed attualmente è in sviluppo parallelo con Kingdom Hearts 3 – del quale è pianificata l’uscita per questo 2018. Per Final Fantasy VII Remake, non è ancora stata presentata alcuna finestra di lancio.

Annunciato quasi due anni fa, in molti si aspettavano un nuovo trailer in occasione del ventesimo anniversario della serie ma questo non è arrivato; al suo posto venne semplicemente rilasciata una nuova immagine. Square Enix dichiarò che il gioco potrebbe essere proposto ad episodi; nello specifico 3 episodi da 30 ore l’uno.

È ancora troppo presto per dire se il gioco, essendo probabilmente diviso in più episodi, avrà una struttura open world come Final Fantasy XV oppure avrà fasi esplorative ristrette ad alcune aree.

Final Fantasy VII Remake sarà ciò che i giocatori vogliono?

Come abbiamo già citato sopra, Final Fantasy VII Remake è una ricostruzione totale dell’originale, del quale mantiene la componente narrativa e tutto ciò che ruota intorno ad essa, inclusi i personaggi iconici del gioco.

Torneremo quindi a giocare nei panni di Cloud Strife, mercenario che lavora per la AVALANCHE, gruppo terroristico che ha come obiettivo di salvare il mondo dall’associazione malvagia Shinra che ha il controllo di milioni di persone della citta di Midgar. Le premesse dunque sono le stesse di vent’anni fa; ciò che è cambiato radicalmente, apparte il comparto grafico, è il combat system.

Un nuovo combat system

Quest’ultimo infatti propone una formula action molto simile a quella di Kingdom Hearts e Final Fantasy XV; una scelta rischiosa ma coraggiosa da parte di Square Enix. Questa deriva action sostituisce le battaglie a turni che abbiamo amato per far posto alla dinamicità dei combattimenti e alle esplorazioni che si alterneranno tra loro, dando vita ad un’esperienza nuova e totalmente diversa rispetto al passato. Questa novità verrà ben accolta dai giocatori?

Conclusioni

Le premesse sono molto interessanti e per quello che abbiamo visto dai trailer ci siamo fatti un’idea dell’imponenza della produzione anche se, ahimè abbiamo ancora poche informazioni dettagliate al riguardo. Per ora, possiamo certamente affermare che vedere i personaggi che abbiamo amato nel periodo di PSX, rifatti in salsa contemporanea, fa un certo effetto. L’idea di poter rivivere la storia di Final Fantasy VII su console di nuova generazione, con nuove meccaniche e chissà, qualche aggiunta inedita, ci fa sperare nel meglio.

Quanto hype avete per questo remake? Fatecelo sapere e ricordatevi di seguirci su Youtube, Telegram e di raggiungerci sul nostro server Discord!
Restate su DrCommodore per altri contenuti e seguiteci sui nostri account Facebook ed Instagram!

Facebook Comments

Mirko Proietti

Videogiocatore dal 1999, all'età di 3 anni la prima esperienza con Megadrive e PlayStation in contemporanea. Predilige il genere Platform, ma da sempre mantiene una visione a 360 gradi del panorama videoludico. Laureato in comunicazione e orientato allo sviluppo tecnologico, cerca la completezza nella produzione del videogioco, che tende a considerare un'arte vera e propria.