fbpx
Nintendo

Project Octopath Traveler, i passi da gigante compiuti dalla demo

Project Octopath Traveler

  Quando le demo vengono sfruttate a dovere

Project Octopath Traveler (titolo ancora provvisorio) è un gioco sviluppato da Square Enix in esclusiva per Nintendo Switch in uscita nel 2018. Il team di sviluppo è lo stesso dei due titoli della serie “Bravely” per Nintendo 3DS. Tempo fa abbiamo potuto assaporare una minima porzione del gioco, grazie ad una demo.

Vediamo insieme i passi da gigante compiuti sul fronte delle funzionalità. Prima di tutto, ricapitoliamo che cosa è Project Octopath Traveler, per gli utenti più distratti!

È possibile potenziare l’attacco spendendo punti “Boost”

Il gioco è un classico JRPG a turni con un’accattivante grafica HD-2D che ricorda un po’ i primi Final Fantasy. All’originale sistema di combattimento a turni però sono state aggiunte alcune features. Tra le quali la possibilità di sferrare attacchi consecutivi grazie a dei punti “Boost”  che vengono accumulati durante la battaglia e la rottura della guardia nemica nel caso usassimo l’arma più efficace, permettendoci di stordire per un turno l’avversario.

Colpire con la armi o magie efficaci permette di rompere la guardia

Ma la peculiarità del gioco, che si riflette anche nel nome, è l’opzione di poter scegliere uno tra 8 personaggi, ognuno con poteri e abilità diverse. Ogni personaggio avrà la sua storia, che andrà in ogni caso ad intrecciarsi con quella degli altri.

Una corposa demo

Olberic può sfidare gli npc

È presente una demo di Project Octopath Traveler, dove possiamo usare 2 personaggi: il milite Olberic o l’artista Primerose. Il primo come abilità ha la possibilità di sfidare a duello quasi tutti gli npc del gioco, la seconda può ammaliarli per farsi seguire e aiutare in battaglia. Nella demo ci viene introdotto il background dei personaggi e quello che a gioco finito sarà l’inizio della storia, per una durata superiore anche alle 2 ore.

Primerose può ammaliare gli npc per farsi seguire e aiutare

Il supporto dei giocatori

La demo inaspettatamente riceve un enorme successo, venendo scaricata su più di un milione di console. Quindi il team di sviluppo decide di sfruttare il suo successo nel miglior modo possibile: ascoltare i consigli dei giocatori su cosa modificare. Le modifiche vengono annunciate su youtube da un video sul canale Nintendo dove gli sviluppatori parlano delle aggiunte e dei progressi nello sviluppo del gioco.

Le modifiche o aggiunte a Project Octopath Traveler annunciate sono:

  • Mentre inizialmente per correre dovevamo premere B, ora basta muovere completamente lo stick e se ciò non bastasse potremo premere B per correre ancora più velocemente. Aumentando però la percentuale di incontri.
  • Ora è possibile fare un viaggio rapido tra i luoghi di interesse.
  • Il tracciato è stato reso più luminoso rispetto al background in modo da poterlo distinguere meglio.
  • È stato aggiunto un radar in basso a destra.
  • La luminosità e il filtro HD-2D sono modificabili tra 2 livelli dalle impostazioni.
  • Modificata la posizione degli slot di salvataggio e ne sono stati anche aggiunti 2 postandoli a 10.
  • Ingrandite le dimensioni del testo dei suggerimenti.
  • È stata introdotta la possibilità di saltare le scene degli eventi e di poterle rivedere dal menù.
  • La velocità del testo può essere aumentata dalle impostazioni.

Gli sviluppatori affermano che questo è solamente la punta dell’iceberg per quanto riguarda i miglioramenti che hanno intenzione di fare. Quindi non ci resta che aspettare per di scoprire cosa ci presenterà Square Enix con questo titolo, che ha tutte le carte in regola per essere un ottimo JRPG.

Avete provato la demo? Fatecelo sapere e ricordatevi di seguirci su YoutubeTelegram e di raggiungerci sul nostro server Discord!

Restate su DrCommodore per altri contenuti e seguiteci sui nostri account Facebook ed Instagram!

Facebook Comments

Elia Azzurri

Studente di Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, con una passione per i videogiochi, cinema e musica. Cresciuto in casa Nintendo, per poi ingrandire la famiglia abbracciando un po' tutte le case e tutti i generi di videogiochi.