Dr Commodore
LIVE

Sex Education 4: l’evoluzione di Jean

La quarta ed ultima stagione di Sex Education è sbarcata su Netflix giovedì e oltre ad averla finita in poche ore, ce la siamo proprio goduta. Sicuramente ci mancheranno le storie di Otis e i suoi amici, ma ci mancherà anche vedere la strepitosa interpretazione da parte di Gillian Anderson nel ruolo di Jean, la madre di Otis.

Senza la partecipazione di Gillian, Sex Education non sarebbe stato così divertente. La sua interpretazione ha reso Jean ironica, anticonformista e dotata dell’innata capacità di ogni madre di mettere in imbarazzo il figlio in ogni occasione. Infatti, pur capendo il disagio di Otis, la nonchalance con cui parla degli argomenti più intimi e personali, pur mantenendo serietà ed aplomb, la rendono un personaggio affascinante ed indimenticabile.

Jean rappresenta da una parte il lato comico della serie, dall’altra quello più educativo. Ci insegna che si è perfetti nel momento stesso in cui si viene al mondo e che non abbiamo bisogno di un partner o del sesso per sentirci completi. 

Sex Education: Jean
Jean

Jean nelle 4 stagioni

Per arrivare “all’ultima versione” di Jean, bisogna partire ovviamente dall’inizio di Sex Education. Nella prima stagione ci viene presentata come una madre single che lascia crescere il figlio Otis in un ambiente libero ed aperto mentalmente. Scopriamo anche che lei è una terapista sessuologa e fa consulenze in casa, cosa che Otis sfrutta ascoltando le terapie della madre dall’altra parte del muro. 

Jean in questa prima stagione si rimette in gioco conoscendo l’idraulico Jacob e attratti l’uno dall’altro e dopo una psicoanalisi sbagliata, i due finiscono a letto insieme. Nella seconda stagione, Jean inizia a fare la sessuologa a scuola e quindi a fare “concorrenza” al figlio Otis, il quale viene scoperto dalla stessa Jean che rimane delusa, nel mentre sembra che la donna sia finalmente pronta ad iniziare una relazione con Jacob.

Nella terza stagione Jean (col pancione), Jacob, Otis e Ola iniziano a vivere assieme. Jean prova a far funzionare le cose ma l’uomo però non si fida, soprattutto dopo aver saputo del tradimento. Quando Jean entra in travaglio e nasce la piccola Joy, le cose si complicano e rischia la vita. Fortunatamente la donna si riprende e prima della fine della terza stagione, arriva il colpo di scena, Jean scopre che Jacob non è il padre di Joy.

Sex Education: Jean e Jacob
Jean e Jacob

Nella quarta stagione si presenta di nuovo madre, si vede subito una Jean molto in difficoltà per via dello stress e di una depressione post parto. Presa anche dalla carriera trova un lavoro in radio che inizia in salita ma poi piano piano riesce a farlo suo. Jean confessa alla sorella chi è il padre di Joy e cerca aiuto da una dottoressa per la depressione dopo un litigio con Otis. 

Dopo aver chiesto aiuto, troviamo una Jean molto più tranquilla, assicura Maeve delle sue capacità e anche se litiga con la sorella, riesce a “psicanalizzarla” quando Joanna chiama alla radio seguendo il consiglio della stessa Jean e, parlando degli abusi subiti, le due si riconciliano. Alla fine lei e Otis si chiariscono e lui la loda per essere riuscita a chiedere aiuto.

Dall’inizio della serie fino alla sua conclusione quindi, abbiamo visto una crescita molto importante in Jean, anche grazie a una Gillian Anderson super. Scopriamo infatti solo nella quarta stagione quanto sia stata dura e difficile per lei rimettersi in gioco dopo l’abbandono e il divorzio dal padre di Otis.

Sex Education: Jean, Joy e Otis
Jean, Joy e Otis

La scena nella puntata finale con Joanna ha evidenziato il grande amore e la delusione che ha provato per la relazione andata male con Jacob ma non sarà questa a farci dire che Jean non merita un grande applauso, per aver motivato Meave, per essere riuscita ad aiutare e a riconciliarsi con la sorella, ma soprattutto, per aver chiesto aiuto e aver dimostrato ancora una volta che tipo di persona e madre magica è.

LEGGI ANCHE: SEX EDUCATION: RECENSIONE DELLA QUARTA E ULTIMA STAGIONE

Articoli correlati

Mirko Gonzati

Mirko Gonzati

Sono Mirko Gonzati, ho 27 anni e ho cominciato a lavorare da poco per Dr.Commodore, lavoro anche come operaio per un’azienda metalmeccanica. Mi piace la montagna e quindi stare all’aria aperta ma anche guardare film e serie tv.

Condividi