Dr Commodore
LIVE

GTA 6: arrestato a Londra il 17enne sospettato dell’attacco hacker a Rockstar

L’attacco hacker subito da Rockstar Games ha scosso internet nei giorni scorsi, tra i leak usciti sull’attesissimo prossimo GTA 6 e il possibile trafugamento del codice sorgente del titolo e anche di GTA V. Sono circolate varie notizie dopo questi leak, senza che nessuna venisse confermata; c’è anche chi ha provato a vendere per 100 mila dollari il codice sorgente di GTA V, spacciandosi per l’hacker responsabile dell’attacco.

In questa confusione di notizie, si è fatta strada una possibile ipotesi sull’identità del vero hacker dietro i leak, parzialmente confermata da un comunicato di Uber: infatti, l’azienda ha aperto un’indagine insieme all’FBI per un possibile attacco ai suoi sistemi avvenuto nei giorni scorsi. E Uber stessa scrive che, secondo alcuni report, il responsabile sarebbe lo stesso dietro all’attacco hacker subito da Rockstar Games.

A questo si aggiunge la notizia riportata da TheGamer, secondo cui il responsabile dei leak potrebbe essere un 16enne, come dichiarato da un admin di Breached, un noto forum di hacking.
Adesso, si è aggiunto un altro importante tassello alla vicenda: infatti, nella giornata di “giovedì 22 settembre” la Polizia della Città di Londra ha confermato l’arresto di un 17enne nell’Oxfordshire, che sarebbe sospettato di “attività di hacking”.

GTA 6 e logo Rockstar games

GTA 6 e l’attacco a Rockstar: la possibile chiusura di questa vicenda (?)

L’arresto del 17enne sarebbe avvenuto nella giornata di ieri, come dichiarato con un comunicato su Twitter dalla stessa Polizia di Londra. Come aggiunge il giornalista Matthew Keys, alcune “fonti” hanno identificato il ragazzo come il possibile responsabile dietro all’attacco hacker di Rockstar Games e di Uber:

Keys nelle risposte al tweet ha aggiunto altri dettagli riguardanti la vicenda: la polizia londinese potrebbe rilasciare in giornata maggiori dettagli dell’arresto, insieme a un possibile comunicato ufficiale da parte dell’FBI sempre per il “tardo pomeriggio/sera”. Non resta che aspettare possibili aggiornamenti da parte della autorità britanniche o americane.

Ricordiamo che Rockstar Games ha voluto rassicurare i fan sullo sviluppo di GTA 6, che “proseguirà come programmato”; inoltre, non dovrebbero esserci interruzioni nel futuro dei servizi online dei titoli dell’azienda.

LEGGI ANCHE: GTA 6: la risposta di Rockstar all’attacco hacker subito

GTA-6-leak-confermato-codice-sorgente-in-vendita

Articoli correlati

Condividi