Dr Commodore
LIVE
Motorola Edge 20 Lite

Recensione Motorola Edge 20 Lite: un ‘batteryphone’ da non sottovalutare

Motorola è uno dei marchi storici del mondo della telefonia: azienda fondata nel 1928 da Joseph e Paul Galvin, è entrata nel “Guinness dei primati” quando nel 3 aprile 1973, un ingegnere dell’azienda, Martin Cooper, effettuò la prima chiamata con un cellulare mobile nella storia.

Sono passati quasi 50 anni da quello storico evento, e, come si dice spesso, “di acqua ne è passato sotto i ponti” dell’azienda. E così arriviamo all’oggi con questo Motorola Edge 20 Lite: uno smartphone di fascia media che è stato presentato insieme ai due fratelli maggiori (Edge 20 ed Edge 20 Pro) nel mese di luglio. Un debutto passato piuttosto in sordina rispetto agli annunci di altre aziende; ma questo Motorola non è assolutamente un telefono da sottovalutare.

Specialmente, se state cercando uno smartphone con un’autonomia eccellente; un “batteryphone per l’appunto.
Con questa recensione, vedremo anche altri punti di forza di questo Motorola Edge 20 Lite.
Incominciamo dalla confezione e dal suo (ricco) contenuto.

LEGGI ANCHE: Motorola Moto G10 recensione: una certezza nella fascia low cost

Motorola Edge 20 Lite

Materiali, design ed ergonomia

Appena acquistato, troverete nella confezione di questo Motorola Edge 20 Lite, oltre al telefono (ovviamente): l’alimentatore TurboPower da 30W per la ricarica rapida, un cavo USB Type-C, degli auricolari con il jack 3.5mm, vari manuali, e soprattutto una cover trasparente con la quale potrete proteggere fin da subito il vostro smartphone.
Dunque un plauso a Motorola per un packaging veramente completo, sempre più una rarità negli ultimi tempi, dove la maggior parte delle aziende non mettono più nella confezione accessori come l’alimentatore e/o gli auricolari.

Motorola Edge 20 Lite contenuto

Il Motorola Edge 20 Lite si presenta piuttosto bene come design: frontalmente è quasi “full screen”, le cornici sono piuttosto sottili, forse un po’ pronunciate nella parte inferiore. Motorola non ha seguito la “moda” del notch con questo telefono, ma troverete comunque un “buco” nello schermo, dov’è alloggiata la fotocamera frontale. Sul retro, una scocca in plastica, piuttosto solida (più precisamente, come indica Motorola stessa, è in polimetilmetacrilato, abbreviato PMMA, un materiale plastico per l’appunto).

Nonostante i suoi 185 grammi, questo Edge 20 Lite non “pesa” troppo in mano, forse per le sue dimensioni piuttosto notevoli che permettono una “maggiore” distribuzione del peso su tutto il telefono. E parlando proprio di questo aspetto, il Motorola Edge 20 Lite si tiene abbastanza bene in mano, anche se per l’appunto i 166 mm di altezza non permettono sempre un uso agevole con una sola mano; insomma, un’ergonomia buona ma non eccellente, parliamo di uno smartphone con uno schermo di 6.67″.

retro Motorola Edge 20 Lite

Sul bordo sinistro del telefono si trova il tasto per attivare direttamente Google Assistant; mentre su quello sinistro sono posizionati il bilanciere del volume e subito sotto il tasto di accensione, che include il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali. Per sbloccare il telefono basta appoggiare il dito, non cliccare fisicamente il tasto; il sensore delle impronte è veramente preciso e veloce nel riconoscimento, questo è un bel punto a favore di questo Motorola Edge 20 Lite.

Sul retro, in alto a sinistra c’è il gruppo fotografico costituito da un flash (piuttosto potente anche come torcia, piccola nota) e tre obiettivi: il sensore principale da 108MP, l’Ultra-grandangolo da 8MP e un sensore di profondità da 2MP. Le fotocamere posteriori sporgono un po’ dalla scocca, sollevando il telefono se appoggiato su una superficie piana; il che in determinate situazioni può essere scomodo.

Motorola Edge 20 Lite retro

Sul fondo, infine, sono presenti:

  • Il jack da 3,5mm: una caratteristica che sta diventando un rarità, quindi brava Motorola per averlo tenuto su questo Edge 20 Lite;
  • Una porta USB Type-C, che però è solo 2.0 e quindi non è presente l’uscita video (ma questa è una caratteristica presente bene o male solo nei top di gamma, è rarissima vederla nella fascia media);
  • La cassa mono, che si sente piuttosto bene e ha un audio corposo.

Specifiche Tecniche

Motorola Edge 20 Lite
Schermo-6.67″ OLED ;
-2400×1080 (FHD+);
-Formato 20:9 Max Vision;
-Frequenza di aggiornamento dello schermo di 90Hz;
-HDR10+
-2.5D glass con rivestimento anti-impronta
-Spazio colore DCI-P3.
Dimensioni/
Peso
-Altezza: 166 mm;
-Larghezza: 76 mm;
-Profondità: 8,25 mm;
-Peso: 185gr.
Processore MediaTek Dimensity 720
RAM6GB, 8GB*
Memoria di
archiviazione
128GB*
Connettività Wireless-Wi‑Fi 802.11 a/b/g/n/ac;
-Bluetooth 5.0
Porte-Una porte USB Type-C (2.0);
-Jack 3.5mm.
Batteria/ autonomia-Batteria da 5000mah;
-Fino a 2 giorni di autonomia.
Fotocamera
posteriore
-Fotocamera principale da 108 MP;
video fino a 4K UHD (30fps) o FHD (60fps)
-Ultra-grandangolo da 8MP, video fino a FHD (30fps)
-Fotocamera di profondità da 2MP, video fino a FHD (30/60fps)
Fotocamera
anteriore
Fotocamera frontale da 32MP, video fino a FHD (30fps)
Riconoscimento impronta digitaleSì, sul tasto di accensione
Contenuto della confezioneTelefono, caricatore TurboPower 30W, cavo USB Type-C,
SIM Tool, cover per il telefono, auricolare, guide e manuali
Colori disponibiliElectric Graphite, Lagoon Green
Per le specifiche complete, LINK al sito Motorola.
*In GRASSETTO le specifiche del modello in prova

Display

Lo schermo di questo Motorola Edge 20 Lite è piuttosto notevole, bisogna “dare a Cesare quel che è di Cesare”: i colori sono brillanti, tipici di un OLED e di un display dotato di spazio colore DCI-P3; naturalmente supporta la tecnologia HDR+. L’unico appunto riguarda la luminosità, che non è altissima quando viene impostata a livello massimo, all’aperto si vede ma altri telefoni fanno meglio in questo campo, anche nella medesima fascia di prezzo

Motorola Netflix Spiderman

Si nota anche la “fluidità” del display perché ha una frequenza di aggiornamento che arrivano fino a 90Hz, e alla vista è davvero un bell’effetto. Piccola nota: nelle impostazioni è possibile cambiarla per avere una maggiore autonomia, anche se de facto non è proprio necessario con questo Moto Edge 20 Lite; sul discorso batteria ci torniamo dopo.
Comunque, in modalità Risparmio Energetico la frequenza di aggiornamento del display scende automaticamente a 60Hz.

Software ed esperienza d’uso

Così a prima vista, ciò che subito salta all’occhio di questo Motorola Edge 20 Lite è la scritta “Mediatek Dimensity 720” per il nome del processore che costituisce il motore del telefono; il che potrebbe far storcere il naso di molti acquirenti, visto che Mediatek in passato non è stata all’altezza dei concorrenti come Qualcomm con i suoi Snapdragon. E chi vi scrive, seppur abbia provato questo Motorola senza alcun pregiudizio, comunque è sempre stato piuttosto scettico verso Mediatek. E ora che abbiamo provato per una settimana questo Edge 20 Lite, dobbiamo ricrederci.

Il Mediatek Dimensity 720 che muove questo Motorola si comporta bene nella maggior parte degli scenari: complice anche degli 8GB di RAM, questo Motorola Edge 20 Lite ha buone prestazioni anche in un multitasking medio-intenso con varie applicazioni aperte. Utilizzando Chrome lo smartphone è veloce nell’apertura dei siti, anche se lo scrolling a volte non è perfetto, soprattutto quando ci sono diverse immagini a schermo. Inoltre, l’Edge 20 Lite non ha problemi a recuperare un’applicazione aperta, senza ricaricamenti, anche dopo diverse ore dalla sua apertura.

L’unica nota è sulla fluidità del telefono che è buona, ma non ottima. Ovvero: questo Motorola Edge 20 Lite è un telefono piuttosto fluido, su questo non ci piove: complice anche i 90Hz dello schermo, come già accennato. Ma alcune volte ha dei micro lag e scatti, anche con uno uso medio-leggero, non intenso. Forse è qui che si vede il limite del suo processore di fascia media; e il discorso “Mediatek” non crediamo c’entri molto: chi vi scrive ha riscontrato il medesimo problema di micro lag anche su altri smartphone Android dotati di processori di fascia alta, anche della concorrenza.

In generale, il telefono per il 90% del tempo non scalda mai: è quasi freddo, non ha mai problemi di temperature. Diventa tiepido solo con uso intenso della fotocamera, per esempio durante le registrazioni video in 4K, e durante le sessioni di gioco; in questi scenari tende a scaldare solo intorno alla zona del modulo fotocamera.

Concludendo il discorso prestazioni, passiamo al gaming: qui il Motorola Edge 20 Lite si comporta senza infamia e senza lode, perché si notano i limiti del processore comunque da medio gamma.
Se non ha molte incertezze durante le sessioni di gioco con titoli comunque pesanti come Asphalt 9 o Call of Duty Mobile, oltre una certo limite il telefono non va.

Ovvero: le specifiche del processore Mediatek 720 sostanzialmente non permettono di installare un gioco come Fortnite, che richiede infatti processori da top di gamma. E inoltre, in giochi come Call of Duty Mobile, non si va oltre i dettagli “Medi”.

Call of Duty Mobile

Per quanto riguarda il software, partiamo subito con una nota positiva: Motorola Edge 20 Lite ha pre-installato Android 11, e attualmente ha le patch di sicurezza aggiornate a novembre. Solitamente, gli Android di fascia media sono “dimenticati” dai produttori; e non è il caso (per il momento) di questo Motorola.

Il software è essenzialmente Android stock: di per sé è un vantaggio, perché rende il telefono più leggero e scattante rispetto ad altri concorrenti con UI pesantemente personalizzate. E in effetti è così: come già sottolineato in precedenza, questo Motorola Edge 20 Lite è molto fluido nella Home, nello scorrimento delle notifiche e in generale in tutte quelle operazioni dove su altri smartphone Android ci sono rallentamenti o lag.
Inoltre, questo Motorola Edge 20 Lite è praticamente privo di bloatware (tradotto: software e applicazioni preinstallate spesso “invasive”).

Ci sono però delle personalizzazioni che Motorola ha installato: non sono tantissime e invasive, e sono quel tocco che dà una marcia in più allo smartphone. Alcune di queste sono le diverse gesture: come per esempio lo scorrimento a destra o sinistra dello schermo che serve per muoversi avanti o indietro nelle varie schermate e applicazioni.

Un’altra funzione disponibile su questo Motorola Edge 20 Lite è “Gametime”: una piccola icona pop-up sarà presente durante le sessioni di gioco, e cliccandoci sopra vi aprirà un menu con diverse opzioni, come per esempio la possibilità di registrare la sessione di gioco, effettuare screenshot e disattivare eventuali tocchi involontari.

Una delle personalizzazioni che abbiamo trovato tra le più utili e meglio fatte è Moto Display: sostanzialmente l’Always on Display (AoD) dei telefoni Motorola. Rispetto ad altri AoD, Moto Display è interattivo: a schermo spento compaiono le icone delle applicazioni che hanno ricevuto le notifiche più recenti; tenendo premuto sopra tali icone, vengono mostrate tutte le notifiche della relativa app.

Moto Display

Batteria

Motorola Edge 20 Lite è equipaggiato con una batteria notevole da 5000mah; il produttore dichiara almeno “2 giorni di autonomia” con una singola carica. Nella realtà è effettivamente così? La nostra risposta è: sì, anche se dipende dall’utilizzo ovviamente. In generale, con uso misto Wi-Fi/4G arriva a coprire quasi 2 giorni e superare tranquillamente le 6/7 ore (come si evince dai nostri screenshot).

Un campo in cui eccelle questo Motorola Edge 20 Lite è l’autonomia con la riproduzione streaming: con applicazioni quali Netflix o NowTV, sia sotto rete dati che con il Wi-Fi, consuma appena il 6/7% di batteria per 1 ora di riproduzione video. Davvero notevole, si nota l’efficienza del processore e soprattutto i 5000mah.

Connettività

La ricezione di questo Motorola Edge 20 Lite è buona, non abbiamo mai avuto problemi in chiamata e nemmeno nella navigazione internet; il segnale non è mai mancato (ma qui il discorso è piuttosto soggettivo, visto che dipende anche dall’operatore telefonico, noi abbiamo usato il Motorola con una sim Iliad).

Questo smartphone si distingue anche per la presenza del supporto delle reti 5G: durante il nostro uso, l’Edge 20 Lite si è connesso automaticamente alla rete 5G quando essa era disponibile senza nessun tipo di problema; nonostante il telefono non sia esplicitamente citato da Iliad nella pagina degli smartphone ufficialmente supportati dal 5G dell’operatore.

Fotocamera

Parliamo della fotocamera. Come riportato nella tabella delle specifiche, i sensori di questo Motorola Edge 20 Lite sono tre: l’obiettivo principale da 108 Mp; il grandangolo da 8 Mp e il sensore macro da 2 Mp.
Frontalmente invece abbiamo un obiettivo da 32 Mp che di giorno offre autoscatti buoni, ma di notte o con poca luce c’è molto rumore.

Sul comparto fotografico, luci e ombre: se la scheda tecnica dà l’impressione di un obiettivo principale dalle notevoli capacità, i risultati sono solo nella media.
Le fotocamere di giorno si comportano abbastanza bene. I colori sono gestiti con discrezione, non sono troppo saturi e nemmeno freddi; e anche i contrasti di luce grazie all’HDR vengono conservati, senza bruciare troppo la parte illuminata della scena o “scurire” troppo le zona d’ombra.

Il punto dolente sono i dettagli: questo Motorola ha un algoritmo che abbiamo già visto in altri smartphone, che è veramente troppo aggressivo per quanto riguarda i dettagli. Questi infatti vengono totalmente appiattiti, e zoomando nelle foto si può notare un effetto acquerello o a pittura a olio che rende piuttosto indistinguibili i dettagli. Tale risultato lo si ha in tutti gli scenari, anche utilizzando la modalità “Professionale” (presente su questo Motorola Edge 20 Lite telefono), e con o senza l’HDR.

Di notte il giudizio è simile alle foto effettuate di giorno: anche con poca luce si comporta abbastanza bene nel complesso. E anzi, l’algoritmo con i dettagli sembra meno aggressivo e vengono meglio conservati.
Una nota negativa sulla “Visione Notturna”, una opzione disponibile per gli scatti di notte: è troppo aggressiva e gestisce male la luce, si ottengono scatti migliori utilizzando anche solo il classico “punta e scatta” o, ancora meglio, ricorrendo alla modalità “Professionale” e selezionando i giusti parametri ISO.

Passando ai video, questo Motorola Edge 20 Lite arriva a 4K 30 fps/1080p 30 fps) con l’obiettivo posteriore. I risultati sono “solo” buoni, la mancanza della stabilizzazione ottica (OIS) si sente, in particolare quando c’è poca luce.

Conclusioni

Tirando le somme: i punti di forza di questo Motorola Edge 20 Lite sono sicuramente la leggerezza del sistema, lo schermo, il multitasking, un’autonomia eccellente e le personalizzazioni Motorola poco invasive; mentre il comparto fotografico è il principale punto debole dello smartphone.

Ci sentiamo di consiglialo? Se cercate un telefono solido, e soprattutto un “batteryphone” assolutamente sì. A 299€ come si trova in offerte negli ultimi giorni è un buon acquisto.
Nella stessa fascia di prezzo però ci sono smartphone più completi come hardware (come Samsung Galaxy S20 FE), che però non hanno la stessa autonomia di questo Motorola Edge 20 Lite. Quindi su questo aspetto, vi consigliamo di valutare bene le vostre esigenze: se preferite smartphone magari più completi ma inferiori come autonomia; oppure un “batteryphone come Motorola Edge 20 Lite che assicura tanta affidabilità con la batteria.

Motorola Edge 20 Lite

Articoli correlati

Condividi