Dr Commodore
LIVE

Dragon Ball Super, la denuncia di un Ministro argentino: un episodio mostrerebbe un caso di violenza sessuale

Siamo abituati a leggere di tante polemiche stravaganti relative agli adattamenti o alla resa di alcuni anime nel nostro paese e non solo, come ad esempio la bizzarra censura toccata al personaggio di Momo Yaoyorozu in My Hero Academia nelle Filippine o quella relativa a L’Attacco dei Giganti in Malesia. Anche Dragon Ball, nonostante la fama e nonostante sia una delle serie alle quali siamo più legati affettivamente, non è stato esente da critiche nel corso degli anni.

Qualche tempo fa vi avevamo parlato di un vecchio articolo del Wall Street Journal risalente agli anni ’90 in cui Dragon Ball veniva definito un cartone violento e brutale. Pochi mesi fa uno dei dirigenti del canale spagnolo A-Punt aveva definito la serie di Akira Toriyama “difficile da inserire nel palinsesto” a causa della evidente discriminazione di genere contenuta al suo interno.

Oggi una nuova critica arriva dall’Argentina. Diversi media hanno infatti riferito che il Ministero delle Donne, delle Politiche di Genere e della Divesità Sessuale della Provincia di Buenos Aires avrebbe presentato una denuncia alla Difesa Pubblica della Nazione in merito ad un episodio di Dragon Ball Super trasmesso poco prima su Cartoon Network Latin sostenendo che esso mostrasse un chiaro esercizio di violenza sessuale da parte di un anziano nei confronti di un minore.

Dragon Ball Super

La scena in questione mostra il Maestro Muten chiedere a Yamcha di utilizzare “i servizi” di Paul, animaletto in grado di assumere le sembianze di qualsiasi altra persona, e farlo trasformare in una “bellissima giovane donna”. A seguire vi lasciamo il video della sequenza incriminata:

“L’episodio riproduce l’esercizio di violenza sessuale da parte di un anziano nei confronti di un minore in un contesto di generale accettazione sessuale, in cui la violenza nei confronti di una ragazza sembra essere naturalizzata. Trattandosi di un canale con contenuti prevalentemente rivolti ai bambini e con un vasto seguito a livello regionale gli adulti, che ripongono la loro fiducia nei criteri di programmazione dei contenuti, non supervisionano (nota: i bambini davanti la televisione).”

Oltre a questo, l’episodio di Dragon Ball Super è stato criticato in quanto mostra una evidente violazione dei diritti di ragazze e adolescenti. Il rapporto del difensore civico precisa che “la scena mostra come il rifiuto della giovane ragazza venga ignorato dal maestro, che continua a forzarla mentre gli altri personaggi, visibilmente angosciati, osservano in silenzio le azioni violente e abusive dell’adulo”.

Sia Cartoon Network che Warnermedia hanno espresso grande preoccupazione in merito alla messa in onda dell’episodio ad un’ora inadatta e durante la quale anche i bambini avrebbero potuto vedere la scena. Come conseguenza l’intera sequenza è stata rimossa ed è stato dichiarato che qualora dovessero ripresentarsi scene simili verranno apportate nuove modifiche a Dragon Ball Super.

Che ne pensate voi Commodoriani della polemica intorno a Dragon Ball Super? Fatecelo sapere con un commento!

Fonte

Articoli correlati

Daniela Reina

Daniela Reina

Studentessa, nel tempo libero viaggia attraverso tempo, spazio e mondi di fantasia in compagnia di qualche buona lettura o serie. Il suo manga preferito è Berserk, l'anime Neon Genesis Evangelion.

Condividi