Dr Commodore
LIVE

Dokusho Edizioni: La sua prima Light Novel è prossima all’annuncio

Tra 4 giorni Dokusho Edizioni annuncerà quale sarà la Light Novel che farà da loro primo adattamento

È iniziato il countdown per l’annuncio da parte di Dokusho Edizioni della loro prima licenza per quanto riguarda la pubblicazione italiana di light novel.

Così si è espressa Dokusho sulla sua pagina Facebook:

“Finalmente ci siamo. Ecco l’annuncio che tutti stavate aspettando. Non avete idea di quanti appassionati ci abbiano scritto chiedendoci quale sarebbe stato il nostro primo titolo e, a malincuore, a tutti abbiamo dovuto rispondere con frasi un po’ vaghe.
Sappiate che il vostro interessamento e quei messaggi ci hanno dato la forza per andare avanti e superare le enormi difficoltà che una piccolissima casa editrice nascente, come la nostra, ha dovuto affrontare per raggiungere questo obiettivo.
Dopo mesi e mesi di duro lavoro, infiniti boss sconfitti e, perché no, anche grazie… ad una piccola botta di c*lo… ehm, ad un po’ di fortuna, siamo finalmente pronti a svelarvi la nostra prima light novel (che sarà disponibile in autunno).Come sapete, il nostro sogno è quello di far germogliare il seme delle light novel in Italia. La strada è molto ardua ed è solo grazie al vostro sostegno e al vostro continuo supporto che siamo riusciti a raggiungere il nostro primo traguardo.”

Dokusho Edizioni è una nuovissima casa editrice, nata da poco e dal nulla, che ha come obiettivo e ambizione principalmente la pubblicazione in Italia di light novel.

Nel nostro paese le light novel sono da sempre un tipo di media snobbato in quanto poco redditizio e rivolto ad un pubblico troppo di nicchia.
Inoltre, se si considera che oltre 22 milioni di italiani non leggono nemmeno un libro all’anno, la speranza di vedere pubblicate opere di quel medium è sempre stata un miraggio.
Si tratta per la precisione del 39,3% delle persone con più di 6 anni: una prospettiva che già mette in ginocchio il mercato delle pubblicazioni editoriali classiche, figuriamoci una realtà così piccola come sarebbero le light novel.

Persino le case editrici italiane che si occupano di manga quali Star Comics, Planet Manga e J-Pop sono sempre state molto caute e restie ad affacciarsi al mondo delle Light Novel, limitandosi a portare solo quelle 3-4 molto famose e, comunque, con pubblicazione e cadenza molto irregolare. 
Sono invece molto più attente e fornite per quanto riguarda le novel one-shot, le quali non richiedono una programmazione a lungo termine e che spesso provengono da serie già famose per i loro anime/manga d’origine come per esempio Demon Slayer o The Promised Neverland.

Nel mercato italiano quindi chiunque fosse appassionato e/o interessato al mondo delle light novel si vedrebbe obbligato a cercare altrove il pane per i propri denti. 
Nella maggior parte dei casi si è forzati a leggerle via scan, tradotte a livello amatoriale, e molto spesso in inglese
L’altra opzione sarebbe comprare le edizioni fisiche e cartacee in inglese, qualora dovessero essere state trasposte, ma i prezzi di base e i costi di spedizione possono risultare una spesa non abbordabile per il portafoglio di una grande fetta di lettori.

In un contesto del genere, un progetto ambizioso come quello di Dokusho Edizioni, potrebbe portare una ventata di aria fresca per quanto riguarda le trasposizioni di opere giapponesi, soddisfare quella fetta di pubblico target che da sempre è obbligata a stare a bocca asciutta, far scoprire nuove opere al panorama italiano ed infine aiutare a combattere la pirateria, che in questo ambito fino ad oggi era l’unica alternativa.

Articoli correlati

Matteo Comin

Matteo Comin

Sono Matteo, scrivo da Desenzano (BS), Studio Scienze della comunicazione e lavoro in un cinema multisala. Sono appassionato, come tutti voi, di tutto ciò che riguarda la cultura nerd, in particolar modo di anime e manga.

Condividi