Dr Commodore
LIVE

3rd Eye, il terzo occhio per gli schiavi dello smartphone

La soluzione per tutti coloro che camminano senza staccarsi dal cellulare

Secondo uno studio riportato da Repubblica, la maggior parte dei ragazzi e anche degli adulti non riesce a stare oltre 3 ore senza controllare lo smartphone.

Ciò rappresenta un vero e proprio problema per la società, tant’è che una delle forme di quest’ultimo è diventata una piaga per i guidatori e per chi sta in strada.

Stiamo parlando ovviamente di tutti coloro che in veste di pedone non riescono a staccarsi dal cellulare, diventando dei pericoli pubblici per i guidatori e non solo.

Ma per queste persone, chiamate smombie (smartphone-zombie), sembra essere arrivata una soluzione che, seppur palliativa, risolve parzialmente la problematica rappresentata dalla mancanza di attenzione, concentrata invece sui telefoni.

L’idea di Minwook Paeng: un mix tra Arduino e giroscopi

Minwook Paeng ha sviluppato un nuovo dispositivo chiamato 3rd Eye, letteralmente “terzo occhio”, con l’obiettivo di mettere in allerta l’utilizzatore dai pericoli presenti in un raggio di massimo 1 metro.

Paeng ha realizzato 3rd Eye durante la sua tesi di laurea, svoltasi nella Dyson School of Design Engineering a Londra, definendo l’uomo contemporaneo come un “phono sapiens” per sottolineare la sua totale soggezione agli smartphone.

Egli ha infatti affermato:

“Lo smartphone è penetrato così profondamente nella vita moderna che è impossibile negare l’evoluzione del phono sapiens. […]

Spero che l’atto di sottolineare ironicamente ciò che stiamo facendo con i nostri smartphone possa aiutare le persone a prendersi del tempo per l’autoriflessione”.

Il futuro dell’umanità: la previsione dell’ideatore di 3rd Eye

Minwook ha quindi sviluppato 3rd Eye non tanto con l’intenzione di lucrarci sopra rendendolo un prodotto commerciale (non è infatti prevista la produzione di massa), ma con l’obiettivo di far riflettere la società sull’utilizzo intensivo che ormai le persone fanno del telefono e di tutto ciò ad esso legato, come i social.

3rd eye corpo 2

L’inventore ha anche sottolineato come tale uso intensivo vada a minare la salute delle persone, dichiarando in un’intervista:

“Utilizzando gli smartphone in una cattiva postura, le nostre vertebre del collo si piegano in avanti dandoci la sindrome del collo di tartaruga e i mignoli su cui appoggiamo i nostri telefoni si piegano lungo la strada […]

Quando passeranno alcune generazioni, questi piccoli cambiamenti dall’uso dello smartphone si accumuleranno e creeranno una forma di umanità completamente diversa e nuova”.

Cosa ne pensate di 3rd Eye? Le previsioni di Minwook secondo voi sono giuste? Fatecelo sapere con un commento!

FONTE: Wired.

Articoli correlati

Simone Campisi

Simone Campisi

Sai che non sai?

Condividi