Curiosità

Kanye West, Kim Kardashian e la storia della statua romana rubata che adesso l’Italia rivuole indietro

kanye west

Kanye West e Kim Kardashian hanno rubato una statua dell’antica Roma? Non proprio.

Il governo degli Stati Uniti ha formalmente citato Kim Kardashian in una richiesta di confisca per un’antica statua romana sequestrata nel porto di Los Angeles nel giugno 2016 che i funzionari italiani ritengono sia stata originariamente saccheggiata dall’Italia.

Secondo i documenti del tribunale, la statua, nota come Fragment of Myron’s Samian Athena, fu acquistata da Kardashian da un mercante d’arte belga. Secondo le valutazioni si tratterebbe di una copia dell’età romana di una statua risalente al periodo greco antico.

La richiesta di confisca, presentata in un tribunale federale di Los Angeles, afferma che la statua è stata sequestrata dai funzionari doganali dopo che il l’importatore non ha fornito una documentazione sufficiente sulle sue origini.

kanye west

Leggi anche: Kanye West, il mental breakdown al primo comizio elettorale: “Ho quasi ucciso mia figlia”

La statua faceva parte di una spedizione di 40 oggetti per un valore totale di 745.882 dollari (descritti come oggetti d’antiquariato, mobili e decorazioni piuttosto che reperti archeologici) intestata a nome di Kim ma che secondo quanto si apprende dai soliti bene informati, risulterebbe essere un corposo regalo fatto da Kanye West alla sua ex moglie.

Tuttavia, un archeologo italiano che ha analizzato la statua nel febbraio 2018 ha concluso che si trattava di un’opera risalente ai tempi dell’impero romano e che,  cosa più importante, non risultava esportata legalmente dall’Italia.

Sulla base delle informazioni e degli aspetti scientifici forniti, l’archeologo ha ritenuto che la statua dell’imputato fosse stata saccheggiata, contrabbandata ed esportata illegalmente dall’Italia“, afferma il reclamo, che è stato presentato in risposta a una richiesta italiana di rimpatrio della statua.

Kanye West e Kim Kardashian, non sono comunque accusati di alcun illecito e la donna, attraverso un portavoce, ha dichiarato che non sapeva nemmeno dell’esistenza della statua tra i possedimenti a suo nome.

Cosa ne pensate di questa storia? Ditecelo nei commenti!

FONTE: 1 | 2

L'autore

Gabriele Pati

Cresciuto con libri di cibernetica, insalate di matematica e una massiccia dose di cinema e tv, nel tempo libero studia ingegneria, pratica sport e cerca nuovi modi per conquistare il mondo.

Vanta il poco invidiabile record di essere stato uno dei primi con un account Netflix attivo alla mezzanotte del 22 ottobre 2015.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!