Dr Commodore
LIVE

Netflix e Wit Studio formeranno futuri animatori con un nuovo progetto

Wit Studio e Netflix investono sulle nuove generazioni

Uno dei problemi principali che l’industria d’animazione giapponese sta vivendo in questo periodo storico è la mancanza di nuove leve. Le difficili condizioni economiche e lavorative che caratterizzano il settore, infatti, tendono a scoraggiare le nuove generazioni, le quali, dinanzi ad una prospettiva che li vede lavorare molto e guadagnare poco, preferiscono considerare altre possibilità.

L’ingente quantità di capitale messo sul piatto negli ultimi anni da importanti aziende estere come Crunchyroll e Netflix non è bastata a sovvertire la situazione, però sembra che queste stiano cercando di migliorare il settore in altri modi.

Proprio Netflix ha recentemente annunciato che inizierà a supportare un progetto di formazione di nuovi animatori in Giappone. Il progetto in questione, che vedrà luce a partire da questo aprile, consiste in una collaborazione con “WIT Animator School” di WIT Studio (L’Attacco dei Giganti, Kabaneri of the Iron Fortress) e il Sasayuri Video Training Institute, un istituto di formazione di animatori.

L’obbiettivo di tale progetto è quello di istruire nuovi animatori, in modo tale che a fine corso possano inserirsi con successo nel mondo dell’animazione commerciale.

Netflix si incaricherà di coprire le spese di studio e di sostentamento dei nuovi studenti, i quali saranno poi coinvolti nella creazione di nuovi anime “originali” del colosso statunitense. Nello specifico, Netflix dedicherà ad ogni studente un budget mensile di 150.000 yen (1.179 euro) in spese di sostentamento e di 600.000 yen (4.718 euro) in spese di studio.

Nelle sue fasi iniziali il progetto coinvolgerà un piccolo gruppo di persone con un range di età compresa tra i 18 e i 25 anni. Il percorso di formazione durerà sei mesi: da aprile a settembre, e punterà a ripetersi nel tempo e ad espandersi in futuro. Le candidature sono aperte indipendentemente dalla nazionalità, ma è necessario parlare giapponese fluentemente.

Wit Studio scuola Netflix

A capo della nuova scuola di WIT Studio ci sarà proprio l’attuale presidente di WIT, George Wada, il quale ha così commentato la notizia:

“La domanda nei confronti dell’animazione giapponese è sempre più in crescita, ma le risorse umane scarseggiano. È importante rafforzare il nostro studio, ma l’impegno che abbiamo sul fronte produttivo consuma già tutte le nostre energie. Nelle attuali condizioni è impossibile formare nuovo personale.”

Grazie al coinvolgimento di Hitomi Tateno, che dirige il Sasayuri Video Training Institute, e di Netflix, tuttavia, nasce un processo di collaborazione che permetterà alle aziende in questione di investire nelle prossime generazioni senza dover rinunciare alla propria produttività.

Tateno ha per anni supervisionato animazioni all’interno del mondo degli anime nel ruolo di animation check per opere importanti come La storia della principessa splendente, Il mio vicino Totoro e Akira.

Fonte: Nikkei via @renatology su Twitter | Sito Ufficiale Wit Studio | Animation Business Journal

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Articoli correlati

Matteo Mellino

Matteo Mellino

Matteo Mellino, sul web Mr. Gozaemon. Tormenta continuamente amici e familiari parlando dell'argomento che più lo affascina e al quale dedica tutto il suo tempo libero: l'animazione giapponese. Più pigro di Spike, testardo quanto Naruto ma sempre positivo come Goku.

Condividi