fbpx
Anime & Manga News

Giornale del Lavoro critica la disuguaglianza salariale dell’industria d’animazione giapponese

In Giappone gli intercalatori guadagnano più di 3 milioni di yen in meno rispetto alla media dell’industria.

Il 2 Dicembre il Giornale del Lavoro giapponese (労働新聞社) ha pubblicato un articolo riguardante l’ultimo report pubblicato dalla JAniCA (Animation Creators Association) sulle attuali condizioni lavorative delle persone che lavorano nell’industria d’animazione giapponese.

L’articolo riporta che le persone all’interno dell’industria lavorano mediamente 9.66 ore al giorno e si prendono mediamente 5.40 giorni di riposo al mese. Inoltre, l’articolo riporta che mentre il reddito medio annuale in tutta l’industria è di 4,410,000 yen (36.370,94 euro), il reddito medio degli intercalatori è invece di 1,250,000 yen (10.309,22 euro).

 

Il reddito medio annuale è cresciuto di 1 milione di yen rispetto a quello riportato nel precedente report di JAniCA, pubblicato 5 anni fa. Il reddito medio per ogni professione è aumentato almeno di 90,000 yen (742,26 euro). Il Giornale del Lavoro attribuisce questi dati all’aumento del numero di persone over 50 che hanno risposto al sondaggio. Secondo loro, quindi la situazione generale “non è migliorata” rispetto al 2015. Inoltre, l’articolo mette anche in risalto la disparità tra il ruolo di chief animation director e quello di series director (il regista), i quali hanno un reddito annuale maggiore di 7,880,000 yen (64.989,34 euro). In comparazione, sia gli intercalatori che i 2nd key animator guadagnano invece meno di 1,310,000 yen (10.804,07 euro) all’anno.

L’articolo sottolinea che la disparità nel reddito possa essere un buon incentivo per spingere i lavoratori a scalare posizione. Tuttavia, continua, l’industria dovrebbe comunque prendere delle misure per assicurarsi che le attuali condizioni di lavoro non causino l’abbandono da parte dei lavoratori. Per migliorare le condizioni lavorative, ancora, le emittenti televisive e gli altri finanziatori dovrebbero aumentare il budget dedicato ai costi di produzione.

Fonti: 1, 2, 3.


Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Inoltre continuate a seguire gli aggiornamenti su Anime e Manga nei social ufficiali dedicati: InstagramGruppo e canale Youtube!

Facebook Comments

L'autore

Matteo Mellino

Matteo Mellino, sul web Mr. Gozaemon.
Tormenta continuamente amici e familiari parlando dell'argomento che più lo affascina e al quale dedica tutto il suo tempo libero: l'animazione giapponese.
Più pigro di Spike, testardo quanto Naruto ma sempre positivo come Gon.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!