fbpx
Approfondimento Film/Serie Tv

Johnny Depp: Amber al banco dei testimoni “non ho mai picchiato Johnny, lo facevo per autodifesa”

Continua la lotta in tribunale tra Johnny Depp e il The Sun per diffamazione, questa settimana al banco dei testimoni l’ex moglie Amber Heard

La battaglia legale che sta prendendo le sembianze di una lunga e avvincente serie tv, sta proseguendo con colpi di scena a dir poco assurdi. 

Johnny Depp ha esposto al banco dei testimoni durante la settimana trascorsa, dichiarando alcuni dettagli raccapriccianti sul loro matrimonio, proseguendo con la confessione di aver perso $ 650 milioni, a detta dell’attore anche per la cattiva gestione della finanza da parte dei suoi commercialisti e non solo, i suoi acquisti “esagerati” hanno completato il quadro. 

Sembrava esserci però uno spiraglio di luce per Capitan Jack Sparrow, infatti il suo ex assistente al banco dei testimoni ha testimoniato a suo favore, dipingendo la Heard come una persona malata e violenta.

Altra dichiarazione scioccante riguarda proprio la Heard con Elon Musk, l’imprenditore. Le prove sono schiaccianti e pare abbiano messo l’ex moglie dell’attore con le spalle al muro: Amber Heard aveva una relazione extraconiugale con Elon Musk, portandolo a casa sua mentre Depp era fuori per lavoro. 

“Dal marzo 2015 in poi, la signora Heard è stata visitata regolarmente a tarda notte, tra le 23:00 e le 24:00, dal signor Elon Musk. Per le sue visite iniziali ricevevo una telefonata dalla signora Heard che mi diceva di dare al signor Musk l’accesso al garage dell’edificio e di mandarlo nell’attico. Dopo alcune visite, la signora Heard ha fornito al signor Musk il telecomando del suo garage e un telefono privato nell’attico del signor Depp. Credo che andasse a trovare la signora Heard un paio di volte a settimana e ci andava sempre quando il signor Depp non era in casa”.

Amber Heard al banco dei testimoni

Ma questa settimana, il coltello dalla parte del manico lo ha sicuramente Amber, che ha dichiarato che l’attore quando beveva diventava violento e molte volte ha temuto di essere uccisa.

Abusi verbali, fisici tra cui urla, minacce, pugni, parolacce, schiaffi, calci, testate e soffocamento, nonché “comportamento estremamente intimidatorio”, così la Heard ha descritto i comportamenti del suo ex marito, definendolo un “mostro” quando cominciava ad abusare dell’alcool. 

Sotto giuramento l’attrice ha anche specificato che anche se ci sono stati dei momenti in cui “ha perso la calma” con Depp, era solo per legittima difesa.

Amber Heard non si ferma e continua a definire il marito manipolatore e bravo ad utilizzare il suo carisma per distorcere la realtà e fare credere agli altri di essere un’altra persona. 

“All’inizio pensavo fosse una persona premurosa, affettuosa, incredibilmente sexy e credevo di uscire con un re.” ha detto al banco dei testimoni, “poi qualcosa è cambiato e ha cominciato a parlarmi di cose inerenti alla morte, credevo di parlare con una terza persona, un lato oscuro. Mi diceva che l’unica via d’uscita dalla nostra relazione era la morte.”

Un altro episodio a cui ha fatto riferimento Amber Heard è quello del viaggio in Australia nel 2015, trovatasi lì per accompagnare il marito per girare Pirati dei Caraibi, citato precedentemente da Johnny Depp, questa volta però è stata ascoltata la versione dell’attrice.

“”È la cosa peggiore che abbia mai vissuto” ha detto “mi ha ferita al naso e al labbro e mi ha tenuta in ostaggio per tre giorni.”

Ha affermato che Depp le afferrò il collo, la spinse contro il frigorifero, le strappò la camicia da notte e la spinse contro il bar che avevano in camera.

“Mi stava premendo così forte con le mani sul collo che non riuscivo a respirare. Stavo cercando di dirgli che non riuscivo neanche a muovermi. Ricordo di aver pensato che mi avrebbe ucciso in quel momento”. 

L’attrice ha anche raccontato un altro episodio sempre in quel periodo di tempo che hanno soggiornato in Australia, ovvero di aver trovato i suoi vestiti imbrattati di vernice e di aver trovato anche un pezzo di bistecca avvolta in un pezzo di stoffa strappato, deducendo fosse parte di uno dei suoi abiti. 

“Johnny Depp dava dei soprannomi cattivi a tutti i miei co-protagnosti”

Amber ha anche parlato del rapporto che Johnny Depp aveva nei confronti degli attori che avevano recitato con lei in alcuni film, in particolare le sue co-star. 

“Mi ha accusato di avere relazioni con ciascuna delle mie co-star, film dopo film: Eddie Redmayne, James Franco, Jim Sturgess, Kevin Costner, Liam Hemsworth, Billy-Bob Thornton, Channing Tatum; anche le donne recitano come Kelly Garner .”

“Mi ha anche accusato di avere relazioni con star con cui ho fatto l’audizione, come Leonardo DiCaprio. Si prendeva gioco di me – specialmente quando era ubriaco – e aveva dato soprannomi sprezzanti per ogni mio co-protagonista maschile che considerava una potenziale minaccia.

“Ad esempio, Leonardo Di Caprio era “testa di zucca”. Channing Tatum era “testa di patata”.”

Alla domanda della signora Laws “è mai stata violenta con il Sig. Johnny Depp?” l’attrice ha risposto di no, la sua violenza era scaturita dall’ autodifesa, si sentiva minacciata ogni volta che l’attore alzava il gomito e “doveva pur difendersi quando la aggrediva”. 

L’avvocato ha però portato alla luce una vecchia registrazione in cui si sentiva chiaramente Johnny Depp che chiedeva alla sua ex moglie di non lanciare pentole contro di lui, si è difesa dicendo che le lanciava per proteggersi.

Ma non è ancora finita, l’avvocato Laws ha fatto presente alla signora Heard, tutte le volte in cui Johnny Depp aveva dei segni evidenti sul corpo, come lividi, un dito mozzato e più di una volta un occhio nero e di come lei abbia dichiarato di essere stata picchiata più volte dall’attore nel 2016, mostrando dei lividi mentre era in giro a Los Angeles, lividi che ancora oggi non risultano da nessuna parte. 

 

Laws ha mostrato alcune foto della paparazzata del 21 maggio, giorno in cui sostiene di essere stata maltrattata dal marito, si è ancora una volta difesa dicendo che “essendo a Los Angeles, dovevo coprire i lividi, non potevo di certo uscire in quello stato. Gli occhiali hanno coperto gran parte dei lividi che avevo sugli occhi.” 

Il caso contro il The Sun continua, siamo solo all’inizio della seconda settimana.

FONTE

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch

Facebook Comments

Twitch!

Canale Offerte Telegram!