fbpx
Videogames Recensioni

Trackmania (2020), la recensione: Remake di Nations o completa novità?

“Benvenuto nel Club! Prova il brivido delle corse e la gioia della creazione con Trackmania (2020)”

TrackMania, la storica saga automobilistica ideata nel lontano 2004 da Nadeo, è sempre riuscita a divertire milioni di utenti, appassionando anche chi non è molto avvezzo al genere. Quest’anno la storica casa di sviluppo, in compagnia di Ubisoft, ci ha portato il 1° Luglio 2020 la loro reinterpretazione del più classico dei giochi di guida Arcade, ne sarà valsa la pena? Scopritelo insieme a noi in questa recensione di TrackMania (2020)!

Benvenuto nel Club!

Trackmania torna con un remake del classico dei classici: “Trackmania Nations“, riportando tutte le feature che abbiamo imparato ad amare negli anni ma aggiungendo anche elementi inediti. Per esempio, la novità più grande è l’arrivo dei Club.

Chi acquisterà l’omonima versione avrà la possibilità di creare il proprio Club e/o unirsi a uno di quelli già creati dagli utenti. Essi permettono di creare attività e campagne, giocare sulle mappe condivise , usare skin personalizzate e accedere a tutti gli strumenti di modding che sono da sempre la colonna portante della saga di Trackmania.

La personalizzazione e il modding però sono componenti che possono essere utilizzati solo ed esclusivamente acquistando l’abbonamento in Versione Club. Le versioni Starter e Standard non presentano tutte le funzioni sbloccate.

Il più classico degli arcade

Il gameplay è rimasto invariato. Inequivocabilmente Arcade, si potrebbe riassumere in: quando si è da soli si cerca di completare le varie piste nel minor tempo possibile, puntando alla medaglia d’oro (o addirittura alle segretissime Medaglie Nadeo).

Se invece si sceglie di competere con il mondo le cose cambiano un po’: la mappa viene scelta casualmente e i vari concorrenti cercheranno di completare il giro nel minor tempo possibile, con un numero di tentativi limitato dal tempo che il creatore della lobby ha impostato all’inizio.

Le gare offline sono divertenti, piene di sfida e quasi ti costringono a raggiungere le medaglie più alte, ma la vera sfida parte quando si gioca in multiplayer. Qui i giocatori saranno i classici fantasmi e nessuno verrà influenzato da un reciproco riavvio della pista. Le collisioni, come al solito, sono disattivate e qui si potrebbe fare una riflessione sulla evoluzione mancata del titolo. Il gioco è puramente un remake di Nations con l’aggiunta di un editor più grande ed elaborato. Forse sarebbe il momento di dare una svecchiata alla serie permettendo un’esperienza di modding semplificata (cambiare modello all’auto è un impresa titanica) o aggiungere elementi di gameplay innovativi (si sente molto la mancanza delle DoubleDriver Challenge di TM:Turbo) come l’aggiunta di un semplice tasto per il freno a mano o la possibilità di ripartire da un checkpoint senza far continuare a scorrere il tempo.

Ma con una veste grafica rinnovata

La qualità grafica di trackmania ha ricevuto un notevole miglioramento in confronto al passato. Tutto ora risulta molto più pulito, ma anche più colorato e con uno sfondo più realistico. Nonostante la nuova veste grafica, il gioco resta leggero e senza impuntamenti anche sulle configurazioni più datate. Per giocare a trackmania basta una CPU Quad-Core, una GPU con almeno 2GB di Vram GDDR5 e 2GB di spazio su disco.

trackmania 2008 vs trackmania 2020

Sicuramente i ragazzi di Nadeo hanno ben ponderato la scelta di migliorare la qualità grafica, in quanto per la natura competitiva del titolo è più importante avere un alto frame rate piuttosto che una maggior risoluzione. In ogni caso si tratta davvero un bel salto in avanti, anche se senza pretese e fatto proprio per evitare di appesantire un gameplay così rapido e adrenalinico anche su computer poco prestanti.

L’unico limite è la vostra fantasia, a patto che abbiate i soldi

La personalizzazione in Trackmania è sempre stata fondamentale. Dal semplice reskin della propria auto ai modelli 3D di macchine reali fino alle piste completamente fuori di testa, tutto ritorna su questo remake e lo fa in grande stile.

Per ottenere l’editor avanzato e la personalizzazione completa dell’auto bisognerà acquistare la versione Standard o Club del gioco. Non ci troviamo pienamente d’accordo con la scelta commerciale di Ubisoft di vendere il gioco sotto forma di abbonamento, anche se potrebbe rivelarsi una mossa interessante e proficua, ma è ancora presto per esprimere giudizi a riguardo.

trackmania yoshi mariokart

Una volta superato lo scoglio monetario, però, l‘editor delle piste è ben fatto e aggiunge nuovi terreni su cui gareggiare, tra cui una particolare pista Convessa che renderà le nostre gare un inferno.

L’editor delle auto invece è particolarmente difficile da usare e, almeno nel nostro caso, non ha portato a risultati particolarmente entusiasmanti, costringendoci a scaricare le skin dallo store o addirittura spingendoci a lavorare direttamente sulle Texture del gioco, liberamente modificabili, per ottenere il risultato sperato.

Fortunatamente tutte le skin e i tracciati sono scaricabili gratuitamente e rimarranno collegati al vostro profilo anche se doveste decidere di non rinnovare l’abbonamento, perdendo però la possibilità di gareggiare contro i Ghost.

Conclusioni finali

Disponibile su Uplay e Epic Games Store, Trackmania 2020 è acquistabile in 4 diversi piani tariffari:

  • Starter, Gratuito ma con la sola possibilità di giocare alle 25 piste stagionali e creare piste in versione basic.
  • Standard (dal costo di 9.99€) che comprende un anno di gioco, la possibilità di creare i propri tracciati e condividerli con il mondo e partecipare agli eventi giornalieri e dei Club.
  • Club 1 anno (29.99€) che sblocca fin da subito tutte le possibilità di modding del titolo e comprende la creazione del proprio Club (Iscrivetevi al club di drCommodore!)
  • Club 3 anni (59.99€) comprende tutti i vantaggi del gioco ma prolungati per ben 3 anni dal momento dell’acquisto.

Trackmania nations abbonamenti

Trackmania punta tutto sulla competitività. Nadeo ha attinto a piene mani da Nations e questo non fa altro che rendere il feeling del gioco familiare e facile da apprendere. Gli editor più avanzati sono un po’ complicati da imparare ma una volta presa la mano diventa facilissimo creare le proprie mappe e i propri veicoli (ndr. La telecamera si gira tenendo premuto ALT! mi ringrazierete dopo.).

Il gioco in fin dei conti si rivela divertente e stimolante a raggiungere tempi sempre minori ma, nonostante il suo core Arcade, se siete amanti delle corse alla “Forza Horizon” probabilmente non fa per voi. Scaricate la versione Free-to-play e poi decidete per l’acquisto, ma siamo sicuri che la mancanza delle derapate non vi peserà molto.

 

Pro

+ Divertente e adatto a fare partite veloci

+ Vi verrà voglia di stracciare ogni record

+ Le mod sono esattamente quelle di nations, nessuna incompatibilità

Contro

Manca qualcosa che dia una svecchiata al gameplay

Assente la modalità DoubleDriver di Trackmania Turbo

I menu di creazione sono un pò confusi e intricati da imparare

Voto: 7.0/10

Avete già provato Trackmania 2020? Siete fan della saga da molto? Fatecelo sapere con un commento!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

L'autore

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Twitch!

Canale Offerte Telegram!