fbpx
Videogames News

The Last of Us: Part II, la canzone dello spot TV è una replica dell’arrangiamento di Lotte Kestner. Accuse da parte dell’autrice

The last of us ellie chitarra

Naughty Dog ha plagiato l’arrangiamento del pezzo per lo spot tv di The Last of Us: Part II? Ecco le accuse mosse da Lotte Kestner

Tutto si può dire tranne che il clima a ridosso del lancio di The Last of Us: Part II sia stato dei più distesi. Dalle accuse di essere “troppo di sinistra” sino alla torbida e misteriosa vicenda del finale leakato, Naughty Dog e Neil Druckmann ne hanno dovute passare di tutti i colori. O Quasi. Sì, perché oggi le disavventure della Software House di Santa Monica si arricchiscono di una nuova, controversa vicenda.

L’emozionante spot TV dedicato all’attesissimo The Last of Us Part II, infatti, pare faccia uso di un arrangiamento già esistente di una canzone degli anni ’80 per il quale l’autrice materiale non sarebbe stata interpellata, né per essere creditata come tale, né per ricevere compenso alcuno. La povera cantautrice, che non era nemmeno al corrente della faccenda, è stata avvisata via twitter da un utente che le ha fatto notare la tremenda somiglianza tra le due versioni della canzone tanto discussa.

Ma andiamo con ordine: il bellissimo pezzo che fa da sfondo alla sequenza in CGI è True Faith dei New Order, in una versione acustica che differisce da quella originale in maniera che potremmo definire peculiare e significativa. Posto che senz’altro Naughty Dog si sia assicurata legalmente i diritti di riproduzione nel trailer del pezzo, è qui che entra in gioco la protesta di Lotte Kestner.

the last of us 2

La cantautrice di Seattle, infatti, scrive in un tweet di sentirsi “col cuore spezzato”, in attesa di delucidazioni da parte di Neil Druckmann e Naughty Dog sull’effettiva contezza che la cover del trailer fosse una replica di una versione da lei prodotta dieci anni or sono. Kestner, a sostegno di della sua tesi, asserisce di essere l’autrice di parti completamente originali del pezzo come determinati vocalizzi, i quali sono effettivamente riprodotti in maniera fedele nella versione dello spot TV.

Purtroppo al momento il tweet in questione è stato cancellato. Non ci è dato sapere se l’autrice l’abbia eliminato per gli utenti che in modo abbastanza impietoso l’accusavano di cercare solamente attenzioni o per un intervento da dietro le quinte da parte degli autori di The Last of Us che al momento non hanno proferito parola pubblicamente sull’argomento.

Insomma, la questione è decisamente spinosa ed il confine tra ciò che è legale e ciò che è morale si rivela piuttosto sfumato. Voi cosa ne pensate? Credete che Naughty Dog non debba nulla a questa persona o ritenete che dovrebbe essere creditata come effettiva autrice del pezzo? Fatecelo sapere con un commento!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

L'autore

Angelo Basilicata

Gamer dall'età di 12 anni, cultore (o meglio "cultista") di Hidetaka Miyazaki dal 2009. vive la passione per i Vg da completista ed è un ragazzo semplice: mangia, gioca, ama

Twitch!

Canale Offerte Telegram!