fbpx
News Tech

Xiaomi dona mascherine all’Italia contro il coronavirus

Xiaomi Coronavirus Italia

Xiaomi con l’Italia ha sempre mostrato di essere particolarmente positiva. Per l’azienda cinese il Belpaese è un mercato su cui puntare, e questa politica sta mostrando da tempo di avere successo. Proprio per questo “occhio di riguardo”, direttamente da Beijing ha donato migliaia di mascherine per contrastare l’epidemia di coronavirus.

Un regalo ben accetto

Con un post su Facebook Xiaomi Italia ha condiviso la notizia, affermando che per loro è un dovere aiutare l’Italia in questo momento difficile. Tutto il materiale inoltre verrà inviato alla Protezione Civile a Roma, il quale poi si occuperà di distribuire le risorse a enti e autorità locali d’interesse. Citando Seneca, poi, hanno enfatizzato lo spirito di collaborazione che dovrebbe guidare ogni cittadino.

Da quando siamo arrivati due anni fa ci siamo sentiti amati e profondamente integrati nella vita del Paese. Anche per…

Publiée par Xiaomi Italia sur Jeudi 5 mars 2020

Anche Chew Shou Zi, presidente della Xiaomi Corporation, ha detto la sua:

La continua crescita e la rapida espansione di Xiaomi in Italia sono strettamente legate ai nostri utenti, ai Mi fan e al pubblico in generale. Questo gesto non rappresenta quindi solo un modo per ringraziare e per donare il nostro sostegno, ma è la dimostrazione tangibile che ci sentiamo parte integrante di questo Paese. Siamo stati accolti fin da subito con grande entusiasmo ed è motivo di grande orgoglio poter offrire oggi il nostro contributo a favore del Dipartimento della Protezione Civile che sta svolgendo, con impegno e determinazione, un eccellente lavoro a beneficio di tutta la comunità.”

Un gesto che segue un altro fatto simile partito da Wenzhou, dove dei cittadini hanno lanciato una campagna crowdfunding per inviare fondi e risorse agli italiani. Come mai? Perché la comunità cinese di Prato proviene proprio da quella provincia.

Con questo atto forse vogliono riavvicinare anche commercialmente Italia e Cina, per saldare il legame che vorrebbe porre Trieste come ultima meta della “nuova via della seta”. Staremo a vedere come si evolverà la vicenda. Anche se, ovviamente, kudos a Xiaomi per questo splendido gesto a prescindere da qualsiasi ragione ulteriore alla filantropia.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

L'autore

Francesco Santin

Studente di Scienze Internazionali e Diplomatiche, ex telecronista di Esports, giocatore semi-professionista e amministratore di diversi siti e community per i quali ho svolto anche l'attività di editor e redattore.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!