fbpx
Curiosità

Gli hotel nella zona dell’Area 51 stanno registrando il tutto esaurito per l’invasione della base militare

area 51

L’evento dell’invasione dell’Area 51 ha assunto dimensioni bibliche e chi si sta sfregando le mani sono gli albergatori della zona

Anche le pietre conoscono ormai l’imminente invasione di utenti dei social che dovrebbe colpire l’Area 51 il 20 settembre. (per chi ha vissuto sulla Luna e non sa di cosa stiamo parlando può informarsi qui). Chi sta beneficiando di questo evento/meme sono sicuramente gli albergatori della zona che stanno ricevendo centinaia e centinaia di prenotazioni.

Questo dato ci fa capire che davvero tante persone, certo non circa i 2 milioni di utenti che hanno aderito sui social, saranno fisicamente presenti nella zona dell’Area 51. Questa situazione, in realtà, sta preoccupando molto anche i militari che sorvegliano la base del Nevada. In rete stanno infatti circolando le immagini dei militari che si stanno addestrando per fronteggiare i Naruto Runners:

are 51

Leggi anche: Area 51, il raid diventa un videogioco già disponibile su Steam

Le dichiarazioni dei gestori di hotel

Tornando agli hotel, a parlare di questo boom di prenotazioni, è intervenuta Pamela Broxson, direttrice del AirSunset View Motel che ha dichiarato:

“Ho pensato che fosse uno scherzo. Ricevo ogni giorno sempre più prenotazioni per camere relativamente a quello specifico fine settimana di settembre. Direi che sono fuori tanto quanto gli alieni. Per capirci, ho visto gente andare verso il deserto come attratti da qualcosa. Ci sono sensori ovunque, penso sarà interessante. Vorrei tanto registrare l’evento. Nel corso degli anni abbiamo avuto ospiti molto curiosi che hanno voluto spingersi oltre quanto consentito, arrivando a sconfinare nell’area protetta, attratti da un non so che, salvo poi tornare indietro spaventati e con la coda tra le gambe dopo essersi visti puntare in faccia le armi dei militari che sono sempre all’erta. Alla base sono abituati al massimo riserbo e a tenere la bocca chiusa su tutto, rispedendo indietro senza troppe cerimonie curiosi e turisti avventati. I miei figli spesso hanno visto strane luci vicino alla base, ma non si può chiedere nulla a nessuno perché non si riceverà mai una risposta e, anzi, si viene mandati via molto velocemente.

A Pamela si sono aggiunti anche i gestori del A’Le’Inn ad Alamo che hanno dichiarato:

“Siamo solo un piccolo posto al lato dell’autostrada. Siamo famosi, sì, ma in questo caso sono davvero molte persone. Anche se solo l’1% della gente che ha prenotato si presenterà, si tratterà in ogni caso di un sacco di clienti da gestire. Non abbiamo mai avuto a che fare con qualcosa del genere prima. Penso che siano pazzi se cercheranno davvero di entrare nell’area, e penso anche che sia decisamente irrispettoso. Ma vogliono tutti venire qui.”

Insomma pare che i meme stiano facendo girare l’economia del Nevada.

Commodoriani, cosa ne pensate di questa situazione? Avete anche voi prenotato le vacanze in Nevada? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

 

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"