fbpx
Curiosità

La storia dietro il meme “Non è molto ma è un lavoro onesto”

Il mondo dei meme è assurdamente prolifico e le basi spuntano come funghi.

Dopo avervi parlato del leggendario “Hide the pain Harold” (potete leggere la sua storia qui), e la storia dietro lo scatto “Distracted Boyfriend” (anche questa potete leggerla qui). Questa volta vi parleremo del meme conosciuto come “Non è molto ma è un lavoro onesto“.

Il signore qui sopra si chiama David Brandt. Il 10 ottobre del 2014, David, rilasciò un’intervista per il Dipartimento dell’Agricoltura americano per illustrare le sue innovative tecniche di coltivazione sostenibile della soia. Insomma la figura perfetta dell’agricoltore in salopette e camicia a quadri che tanto fa possessore di un’azienda agricola. Un video sull’agricoltura come noi ne vediamo ogni domenica su Linea Verde insomma.

Tutto normale fino al 15 dicembre del 2018. Questa data è infatti la nascita di una nuova leggenda dei meme. Un utente di reddit di nome yothisisyo postò una foto del contadino, aggiungendo la scritta “it ain’t much – but it’s honest work” ed intitolando l’immagine “quando pubblichi OC ( “Original Content” italianizzato “robe nuove” ) e ottieni 10 like invece di migliaia di condivisioni”. Il post ha ricevuto più di 11.000 punti (97% in aumento) in 24 ore.

Per associare questo volto ad una voce, potete vedere questa intervista:

Commodoriani conoscevate la storia dietro il meme “Non è molto, ma è un lavoro onesto“? Fateci sapere altre curiosità sui meme nei commenti.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"