fbpx
News Tech

Effettuato il primo intervento chirurgico a distanza via 5G

La tecnologia 5G sta facendo sempre più passi verso l’uso quotidiano. Uno di questi è avvenuto negli ultimi giorni in Cina, connettendo due posti a 3000 km l’uno dall’altro per un intervento chirurgico. Il primo al mondo avvenuto a questa distanza e, soprattutto, grazie al 5G.

Il potere della nuova rete mobile

Il chirurgo cinese Ling Zhipei ha avuto l’onore – e arduo compito – di impiantare un neuro-stimulatore nel cervello di un paziente affetto da Parkinson. Grazie a una particolare strumentazione presente nell’ospedale PLAH di Pechino, Zhipei ha potuto sfruttare la nuova rete mobile 5G per intervenire (quasi) in tempo reale. Dopo tre ore, l’intervento s’è concluso con successo.

Il 4G non sarebbe stato sufficiente per svolgere un intervento sicuro ed efficace, a causa di lag video e ritardo tra manipolazione dei comandi e, appunto, intervento effettivo.  La ridotta latenza del 5G s’è rivelata dunque chiave, essenziale.

Il primo intervento del genere è avvenuto in realtà due mesi fa, ma su di un animale. Anche in questo caso, con successo. Indovinate quale tecnologia è stata messa a disposizione per entrambi i test? Molto facile: quella di Huawei.

Trovata pubblicitaria? Dimostrazione guidata dalla necessità di mostrare la potenza del 5G nelle mani dell’azienda che l’America tanto odia? Secondo alcuni è così, ma rimane una ottima dimostrazione delle potenzialità della futura rete mobile.

FONTE

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Francesco Santin

Studente di Scienze Internazionali e Diplomatiche, ex telecronista di Esports, giocatore semi-professionista e amministratore di diversi siti e community per i quali ho svolto anche l'attività di editor e redattore.