fbpx
Film/Serie Tv News

Adrian, la trasmissione di Celentano perde pezzi

Adrian, la serie evento di Adriano Celentano è sulla bocca di tutti ma lo show che accompagna la serie animata perde pezzi

Adrian, la serie evento fortemente voluta da Adriano Celentano esordirà domani 21 gennaio in prima serata su Canale 5. Sulla natura dello show aleggia un alone di mistero ma da quello che è trapelato dovrebbe trattarsi di una serie animata intervallata da una diretta da Verona. Nella giornata di ieri, il Molleggiato e la moglie Claudia Mori, avevano abbandonato improvvisamente le prove per tornare a Milano. Si era subito parlato di una probabile forfait di Celentano nello show, forte anche di una clausola del contratto che glielo permetteva. La notizia è stata prontamente smentita da TvZoom che ha così riportato:

“Celentano sta facendo regolarmente le prove per lunedì, Insieme a Frassica e Ambra Angiolini. Confermate invece le voci del forfait di Teo Teocoli e Michelle Hunziker che non avevano ancora firmato il contratto. Teocoli aveva annunciato già due giorni fa di non voler far parte dello show, mentre la Hunziker, ha rifiutato dopo essere venuta a conoscenza delle idee di Celentano”.

Insomma qualcosa è successo. Lo show, che prevede ben 9 puntate, e costato 28 milioni di euro, parte già con il piede sbagliato. Questo non conferma , per via della clausola citata prima, che Celentano sarà presente su quel palco. L’artista, infatti, è risaputamene imprevedibile ed i tre confermati, Frassica, Ambra e Natalino Balasso, dovranno accompagnare la presentazione del cartone animato con o senza Celentano.

La serie animata

Adrian è un orologiaio supereroe che porta lo spettatore in un futuro distopico, tra tematiche ambientaliste, poteri corrotti, egoismi e avidità. “Italiano, 1,77, occhi castani, sguardo attento, bocca ripida, segni particolari: nessuno“, che vive in via Gluck ed è convinto che “non è con la violenza che si mettono a posto le cose del mondo“.

Un kolossal d’animazione che raccoglie grandi nomi dell’arte. Ideato, scritto e diretto da Celentano. Disegnato da Milo Manara, musiche di Nicola Piovani, supervisione ai testi di Vincenzo Cerami, scomparso nel 2013, che non ha potuto vedere il lavoro finito. Al lavoro per realizzarlo più di 1000 animatori, un’equipe di centinaia di tecnici, professionisti della scrittura, del disegno, del suono, della musica e della recitazione, per dare vita al mondo di Adriano.

La storia è ambientata nel futuro dove un Potere corrotto, che con l’inganno costringe il suo popolo ad una grigia omologazione, verrà combattuto da un semplice orologiaio mosso da ideali di Libertà e Bellezza. Nella serie tutti i riferimenti più cari ai fan, dal quartiere di via Gluck, a tutte le tematiche sull’ambiente, la politica, il consumismo sfrenato e la violenza sulle donne. Il tutto condito con scene d’azione, amore, un pizzico di ironia e tanta musica.

Commodoriani cosa vi aspettate da questa serie? Credete che gli abbandoni di due di quelli che sarebbero dovuti essere parte dello show sono dovuti all’ego di Adriano Celentano? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Alessandro Mezzolla

Alessandro Mezzolla è di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi. Un genio. miliardario, playboy, filantropo non è sicuramente una descrizione calzante. Ha la passione per il cinema, la musica e le magliette macabre. Il suo motto è "Perchè anche oggi mi sono svegliato?"

Twitch!

Canale Offerte Telegram!