fbpx
Curiosità Tech

Questo sito “low-tech” va offline quando è nuvoloso

low-tech

Dietro ogni sito Internet, dietro ogni connessione e ogni server, c’è un universo di cavi, infrastrutture, data center e…elettricità. Soltanto negli Stati Uniti, secondo una stima del 2016, i data center utilizzano 70 miliardi di kilowatt di energia ogni anno – l’1,8 percento di quella utilizzata in tutto il paese. Eppure l’andamento globale è verso il green e la sostenibilità, dunque, è possibile trovare compromesso? È ciò che si sono chiesti i gestori di Low-Tech Magazine, un blog WordPress attivo dal 2007 che “mette in dubbio il progresso e la tecnologia“.

Low-tech in tutti gli aspetti

Il sito ha deciso di lanciare una versione low-tech a energia solare, che durante lunghi periodo di tempo nuvoloso va offline. In particolare, il server si trova a Barcellona e alla sezione”Power” troveremo il meteo della città per i giorni successivi e le statistiche riguardo il consumo di energia.

Il sito è anche progettato per usare meno energia possibile: usa il font di default, uno schema di colori semplificatoimmagini a bassa risoluzione, uno stile che forse può risultare un po’ vintage ma che usa circa 10 volte meno energia rispetto agli altri siti.

low-tech
Il pannello solare fotovoltaico da 50W che fa funzionare il sito.

Vedremo più siti a energia solare?

De Decker ha intenzione di continuare a sostenere la versione a energia solare del sito, trasferendovi gli 11 anni di contenuti presenti nel sito originario. Ma dobbiamo aspettarci questo cambiamento anche da altri siti? La risposta è “forse”: i siti a bassa energia sono difficili da creare e lo stesso Low-Tech Magazine in versione solar – a energia solare – ha richiesto l’aiuto dei web designer Roel Roscam Abbing e Marie Otsuka, un anno di lavoro e circa 4.600 dollari.

Non sono sicuro che il concetto di andare offline quando è nuvoloso sia destinato a diventare mainstream,” ha detto De Decker. “Ma credo che possa avere senso per siti, blog e media che si concentrano sulla sostenibilità – perché c’è un’incoerenza tra il fatto che scrivi di sostenibilità e l’energia che usi per far funzionare il tuo sito.”

Può essere un problema l’offline del sito?

Il sito, in realtà, è stato progettato per usare talmente poca energia da poter stare online anche quando non c’è il sole. “È quasi un problema mandarlo offline […], il fatto che vada offline è più per catturare l’attenzione delle persone, per far vedere qual è l’idea che c’è dietro.”

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Facebook Comments