fbpx
News Tech

Apple e Samsung: pace fatta sui brevetti

Sentir parlare di guerra di brevetti tra Apple e Samsung è diventata ormai un’abitudine. Dal 2011 le due aziende si scontrano continuamente anche in tribunale, oltre che sul mercato. La prima battaglia risale a 7 anni fa, quando la società di Cupertino ha accusato la concorrente di aver preso un po’ troppo spunto da iPhone per la linea Galaxy.

I trascorsi in tribunale

L’accusa di Apple era motivata dalla presunta violazione di alcuni brevetti, in particolare di funzioni come slide to unlock o tap to zoom.

Inizialmente il tribunale aveva dato ragione all’azienda americana, condannando Samsung al pagamento di 1 miliardo di dollari. Finita qui? Neanche per sogno! La telenovela è andata avanti a suon di appelli, fino ad arrivare addirittura alla Corte Suprema. Quest’ultima ha dato ragione ad Apple, anche se le sentenze in Europa sono state leggermente diverse – per la Corte Suprema tedesca, infatti, lo slide to unlock non era un brevetto valido. A metà maggio Samsung è comunque stata condannata a pagare 539 milioni di dollari ad Apple.

Una delle massime cariche giudiziarie statunitensi in procinto di emettere la sentenza contro Samsung

Non si trattava però di una semplice questione di soldi. In tal caso, Samsung avrebbe pagato (queste cifre sono briciole per una multinazionale del genere) e sarebbe finito tutto molto tempo fa. La faccenda aveva infatti degli enormi risvolti a livello di immagine. Pensateci bene: che figura avrebbe fatto Samsung a pagare un risarcimento a un concorrente “storico” come Apple? Farlo avrebbe significato ammettere di aver copiato. Per questo tutta questa storia è proseguita così a lungo.

Pace fatta

A sorpresa le due società hanno annunciato di aver raggiunto un accordo extragiudiziale. Insomma, un accordo privato che – almeno in teoria – soddisfa entrambe le parti e chiude la questione. Non abbiamo particolari notizie su questo accordo. Potrebbero aver pesato i forti legami commerciali che legano le due aziende, chissà.

Ciò che sappiamo è che Samsung non ha voluto rilasciare particolari dichiarazioni, mentre Apple si è limitata a ribadire che la questione andava ben oltre il denaro.

FONTE

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

Facebook Comments

Francesco Carletto

Laureato in Economia e Commercio e studente di Marketing Communication, da sempre appassionato di sport e tecnologia, con il pallino della scrittura. Già blogger sportivo, l'inizio dell'avventura come blogger tech mi consente di unire tutte le mie passioni.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!