fbpx
Smartphone Tech

Opzioni Sviluppatore: Tutto quello che avreste voluto sapere (Ma non avete mai osato chiedere)

opzioni sviluppatore

Nuova settimana, nuovo articolo sul fantastico mondo del modding!

Oggi parliamo di un argomento meno “macchinoso” rispetto al solito, accessibile a tutti, senza bisogno di modificare il software del proprio device.

Le Opzioni Sviluppatore.

opzioni sviluppatore

Cosa sono?

Fin dalle sue prime versioni Google ha sempre inserito all’interno di Android uno speciale menù, le Opzioni Sviluppatore, dedicato agli sviluppatori e a chi sfrutta il modding per le operazioni di debugging o il monitoraggio delle risorse di sistema. La maggior parte di queste funzionalità sono però poco utili o addirittura sconvenienti da attivare per gli utenti normali. Per questo motivo a partire dalla versione Jelly Bean 4.2 il menù è stato nascosto. Ma alcune possono aiutarci a migliorare le prestazioni, o a modificare alcune parti del software.

Come si attivano?

Il procedimento è lo stesso in ogni dispositivo android. Basta andare nelle impostazioni, entrare nella sezione Info sul telefono, cercare la voce versione build, numero build o numero di serie e cliccarlo 7 o più volte, fino a quando non appare il messaggio “Ora sei uno sviluppatore”. A questo punto basta tornare nelle impostazioni del proprio device e sarà apparsa la voce Opzioni Sviluppatore.

opzioni sviluppatore

Cosa fare?

Le modifiche utili ed effettuabili dall’utente comune sono le seguenti:

  • Mostra Tocchi: quest’opzione permette di attivare un “pallino” semitrasparente che mostrerà dove stiamo toccando lo schermo, utile per verificare problemi al touchscreen, ma anche per vedere meglio ciò che si clicca o mostrare le nostre azioni mentre stiamo registrando lo schermo.
  • Scala animazione (finestra, transizione, durata): opzione utile per velocizzare i devices, in quanto disattivando (o diminuendo) le animazioni, ridurremo il tempo impiegato dal dispositivo ad aprire le applicazioni.
  • Limite processi background: se avete problemi di batteria o di gestione delle risorse, con quest’opzione potrete scegliere quante applicazioni possono rimanere aperte contemporaneamente. Impostare questo valore al minimo comporta la chiusura immediata di ogni applicazione quando si torna alla home o si cambia schermata.
  • Debug USB (per sapere a cosa potrebbe servirvi andate a vedere qui)

Per gli utenti con Android Nougat o superiore, sono disponibili anche le seguenti opzioni:

  • Larghezza minima: in base al valore che imposteremo lo schermo conterrà più o meno elementi. Per chi conosce il termine, quest’opzione modifica i DPI del nostro dispositivo.
  • Servizi in Esecuzione: questa opzione mostra ogni applicazione e servizio attivo: quanta ram è occupata, quanta è libera e altre statistiche. Utile per scoprire la causa di alcuni tipi di lag o di cali della batteria.

Perchè farlo?

Le opzioni sviluppatore possono essere attivate, disattivate e nascoste a piacimento, e stanto attenti a cosa si modifica sono relativamente sicure. Non necessitano di modifiche del sistema, come Root, Xposed, ADB,  Custom Recovery o Custom Rom. Quindi se almeno una dellle modifiche ti interessa, la vera domanda è: perchè non usarle?

Alla prossima settimana!

Per rimanere informati restate su DrCommodore e seguiteci sui nostri account Facebook ed Instagram, su YoutubeTelegram e sul nostro server Discord!

La redazione di DrCommodore declina ogni responsabilità per qualunque danno ai dispositivi provocato da un uso improprio degli strumenti ivi descritti
Facebook Comments