Dr Commodore
LIVE

Apple Vision Pro non sembra supportare i contenuti a luci rosse in VR

Il primo visore della casa di Cupertino, Apple Vision Pro, è da poco stato rilasciato sul mercato e, nonostante il prezzo esorbitante, sembra già un successo commerciale. La possibilità di interagire con elementi virtuali durante la routine quotidiana ha affascinato milioni di persone in tutto il mondo.

Ma non tutte le ciambelle riescono col buco: il dispositivo a realtà mista sviluppato da Apple sembra non riuscire a soddisfare gli utenti alla ricerca di contenuti osé con cui sia possibile interagire. Insomma, il visore non riesce a supportare i contenuti in realtà virtuale vietati ai minori di diciotto anni.

Niente contenuti VR per adulti su Apple Vision Pro

Come è facilmente intuibile, il caso è scoppiato su Reddit, salvo poi espandersi a macchia d’olio su altre piattaforme sociali. Proprio sul forum più famoso del web, alcuni utenti si sono lamentanti del fatto che non sia possibile in alcun modo visualizzare in 3D nessun contenuto pornografico presente sulle principali piattaforme hard (non serve che ve le stiamo a nominare, vero?).

Apple-Vision-Pro

LEGGI ANCHE: Apple in forte crescita: gli iPhone hanno rappresentato il 50% dei ricavi del mercato smartphone nel 2023

Immediata è stata la risposta degli internauti di Reddit, i quali hanno ben deciso di ironizzare sulla situazione – e sul prezzo davvero alto del visore della casa di Cupertino – definendo il nuovissimo Apple Vision Pro una “cintura di castità da 3.500 dollari”.

Per la precisione, il visore a realtà aumentata da poco uscito sul mercato sembra avere problemi solo con i porno VR, infatti questo è in grado di riprodurre tranquillamente contenuti per adulti in due dimensioni, ma nel momento in cui l’utente decide di avviare un video osé in modalità VR, il sistema rifiuta l’operazione per “mancato supporto dell’API WebXR” (una Application Programming Interface necessaria ai contenuti web per interfacciarsi con sistemi a realtà virtuali, a realtà mista o a realtà aumentata).

In effetti, era molto probabile che Apple avrebbe rilasciato il suo visore a Mixed Reality con qualche limitazione (considerate anche le sue policy più volte burrascose con i contenuti pornografici), eppure questo non sembra un limite voluto: anche altre tipologie di video non riescono a venir riprodotte in VR a causa dello stesso motivo.

Apple logo

Fonti: 1

Articoli correlati

Condividi