Dr Commodore
LIVE

Poker online, truffatori vincono 300mila euro usando bot e software: rimborso per oltre 2mila utenti

I tornei di poker online e i loro giocatori sono le nuove vittime dell’ennesima truffa informatica: più di 2 mila utenti sono stati raggirati nei tornei Multi Table Tournament per centinaia di migliaia di euro. A scoprirlo è stata la concessionaria 888poker, che gestisce il gioco in rete ed è riuscita a smascherare il comportamento scorretto organizzato da almeno 77 utenti.

La truffa, che ha causato perdite ai giocatori per quasi 300 mila euro, è stata portata avanti utilizzando software che avrebbero creato vantaggi illeciti nei confronti degli altri giocatori. Per fortuna, 888poker con i suoi sistemi di monitoraggio è riuscita a beccare coloro che si sono resi responsabili della truffa, bloccando poi i loro account.

I 77 utenti coinvolti nella vicenda sono stati sospesi dal gioco, ed è stato annunciato il rimborso delle perdite subite dai giocatori che hanno perso ingiustamente i loro soldi ai tavoli del torneo. Infatti, tutte le vittime sono state già identificate da 888poker e riceveranno indietro i loro soldi (la cifra massima si aggira attorno ai 990 euro, mentre la media si tiene sui 125 euro).

poker

Le intelligenze artificiali e i bot sempre più ostici

Online, non sorprendentemente, è ben possibile anche barare a poker. A farne le spese, come al solito, sono sempre gli utenti che accettano quello che richiede il gioco: ovvero di mettere in ballo seriamente i loro soldi. Fortunatamente, in questo caso la storia sembra avere un lieto fine, e tutti quelli che sono stati colti nel pieno della truffa rivedranno il loro denaro.

Da quanto risulta, il gruppo di truffatori è riuscito, attraverso bot e altri programmi informatici, a ottenere diversi vantaggi nelle varie fasi del gioco. Ma non sono solo questi 77 bari a poter contare sulla tecnologia: anche 888poker aveva dalla sua parte dei sistemi di monitoraggio molto sofisticati, e in grado di rilevare i comportamenti sospetti degli utenti.

È stato proprio sfruttando questi meccanismi e le informazioni raccolte che la concessionaria è riuscita a individuare i colpevoli di alcuni comportamenti insoliti, compatibili con la truffa. Lo stesso sistema è stato utilizzato anche per trovare i giocatori cadute vittime della truffa.

Fonte: 1

Potrebbe interessarti anche: [VIDEO] FEDEZ PORTA NEI CASINÒ DI LAS VEGAS DUE CAMPIONI DI MEMORIA E DI POKER: VINCONO, MA VENGONO CACCIATI

Articoli correlati

Condividi