Dr Commodore
LIVE

[VIDEO] “Diprè si droga in live ma Twitch non fa nulla”, la denuncia di Ivan Grieco

Ivan Grieco ha deciso di schierarsi apertamente contro alcune questioni che secondo lui meritano la massima attenzione. Lo streamer romano è conosciuto principalmente per i suoi contenuti riguardanti la politica italiana ma non è la prima volta che parla di dinamiche interne alla piattaforma.

Andrea Diprè, ospite negli scorsi giorni sul canale di Grenbaud, pare aver assunto cocaina in diretta tra le risate generali. Il gesto non è mai stato inquadrato in maniera inequivocabile ma la situazione generale ha lasciato poco spazio all’immaginazione. 

Ivan Grieco definisce “allo sbaraglio” la piattaforma su cui attualmente lavora e si è scagliato contro questo tipo di contenuti che secondo lui stanno superando i limiti. Le colpe più grandi sarebbero da attribuire allo staff di Twitch e al management.

Ivan Grieco critica Andrea Diprè da Grenbaud

Andrea Diprè ha davvero assunto droga in diretta?

Ivan Grieco ha mostrato una delle clip in cui Andrea Diprè è ospite nel canale di Grenbaud. L’avvocato, invocando una non meglio specificata “Grande Botta”, si mette a ballare in favore di camera facendo discorsi sconclusionati riguardanti trap, rap e big bang.

Successivamente si allontana verso la cucina chinando il capo sul tavolo. Il gesto ricorda esplicitamente la sniffata di cocaina. Diprè non viene redarguito e dopo qualche minuto lo reitera: a poco serve la censura posticcia che attua Grenbaud nascondendo la fonte video. David Rubino, ridendo sotto i baffi, sta al gioco. 

Ivan Grieco si scaglia contro Grenbaud

Ivan Grieco è un fiume in piena. Nella sua diretta denuncia ciò che è accaduto con Diprè esigendo dei provvedimenti:

Io mi vorrei rivolgere, come sempre ho fatto per altre situazioni simili, a Twitch. Ormai sembra una piattaforma allo sbaraglio. […]  Mi rivolgo anche ai network, ai manager di questi incredibili influencer che tra l’altro poi fanno anche collaborazioni con Sanremo, con Amazon, con Prime Video e tanti altri brand. Mi rivolgo a loro più che a Grenbaud o a chi partecipa a questi teatrini. […]

Secondo me permettere più volte a uno squilibrato come Andrea Diprè – perché oggettivamente mi sembra che non stia tanto bene – di partecipare a queste live è assurdo. Addirittura si permette di pippare cocaina in diretta… Secondo me stiamo un po’ superando il limite.

Principalmente lo streamer romano non si capacita di come sia possibile che questi atteggiamenti non vengano sanzionati né da Twitch né dai management. 

Ivan Grieco ha sottolineato che il problema non è Andrea Diprè, che definisce “un caso perso”, ma chi gli permette di partecipare senza poi intervenire. Questo atteggiamento danneggerebbe anche i colleghi: 

Io ce l’ho sia con chi organizza queste cose e non dice nulla se non farsi la risatina, sia con chi partecipa. Quindi me la devo prendere anche col mio amico Rubino. […] Me la prendo anche con Twitch che non interviene, come al solito. Se porta numeri e porta spettatori chissene frega! Facciamo fare tutto in diretta.

Poi però chiediamoci i motivi per cui un brand serio dovrebbe investire su questa piattaforma. Accanto a canali che provano a fare il loro lavoro in modo quantomeno onesto, serio e degno, ci sta Diprè che pippa in live mentre Twitch non dice nulla.

Ivan Grieco

Le responsabilità del management

Ivan Grieco evidenzia che in questo caso i network sono complici di un sistema che premia innanzitutto i numeri ma che sul lungo periodo sta portando verso l’oblio la piattaforma di Amazon:

Grenbaud ha le sue responsabilità ma fa parte di un network, ha firmato dei contratti con persone che dovrebbero anche gestirlo. Se non lo gestite, se gli permettete di fare entrare in diretta uno che pippa cocaina… Siete complici, colpevoli al pari di Grenbaud. Non siete un’azienda seria. […]

Se fai vedere una clip del genere a uno sponsor o a un brand importante prendono il nome di Grenbaud e lo cancellano dai loro database. Il network di Grenbaud che io sappia è ANC: mi auguro che possa intervenire in questa cosa e siano abbastanza maturi da prendere provvedimenti.

Ivan Grieco ha dichiarato che molto probabilmente tanti colleghi stanno lasciando la piattaforma a causa di queste dinamiche, citando anche il caso Sdrumox. Le preoccupazioni dello streamer riguardo alla deriva di Twitch sono legittime: chissà se le parti in causa si esprimeranno sulla vicenda.

LEGGI ANCHE: Rosario Liccardo è tornato su Twitch: “Non farò più gli errori del passato”

Grenbaud e Andrea Diprè

FONTI: 1.

Articoli correlati

Condividi