Dr Commodore
LIVE

Elon Musk assume in Twitter George Hotz, l’hacker che scoprì la modifica per PlayStation 3

La nuova gestione di Elon Musk del social network Twitter non è iniziata col piede giusto, molte delle scelte imprenditoriali intraprese dal magnate sudafricano infatti gli si sono ritorte contro, basti solo pensare alle spunte di verifica a pagamento o a quando è stato danneggiato il sistema di verifica a 2 fattori per l’accesso al social.

Per correre ai ripari, Elon Musk ha deciso di assumere uno degli hacker più famosi al mondo, George GeohotHotz, per aiutarlo a migliorare Twitter e, di conseguenza, a salvare l’uccellino dalla caduta libera.

Elon Musk assume Geohot

George “Geohot” Holtz è un hacker molto conosciuto sul panorama mondiale: dopo aver scoperto le modifiche per PlayStation 3 e iPhone, Hotz ha svolto ruoli importanti all’interno di Google e poi Facebook. Adesso però, il “principe degli hacker” aiuterà Elon Musk a migliorare lo strumento di ricerca di Twitter. Il contratto offerto da Musk a Geohot ha durata di 12 settimane.

LEGGI ANCHE: Milo Manara vorrebbe denunciare Elon Musk per aver utilizzato un suo disegno

twitter elon musk licenziamenti

Lo stesso patron di Tesla, durante una riunione plenaria del suo social network, avrebbe elogiato le persone che sanno scrivere i codici. Il magnate avrebbe infatti affermato che “in termini di assunzioni, le persone che sono brave a scrivere codice sono la massima priorità”.

Durante la medesima riunione, intercettata dai microfoni di The Verge, è emerso che da adesso in poi ogni dipendente dovrà aggiornare Elon Musk via mail circa lo stato di avanzamento del lavoro assegnato. Secondo il nuovo Amministratore Delegato di Twitter, la riorganizzazione del social network inizierà con un grande caos e con “molti errori” ma “si stabilizzerà nel tempo”.

Alle operazioni di Musk per rendere Twitter una piattaforma più accattivante e sicura si aggiungono le proposte provenienti dalla comunità degli sviluppatori. Per fare un esempio, nei giorni scorsi, Moxie Marlinspike, il fondatore dell’app di messaggistica Signal, si è offerto per aiutare il social dell’uccellino a proteggere i messaggi privati.

Twitter

Fonti: The Verge, Ansa

Articoli correlati

Condividi