Dr Commodore
LIVE

Bannata da Twitch per “contenuti sessuali”, protesta: “giocavo ad un gioco di pesca”

Una streamer di Twitch dal nome di Sara Heart, “ih3artpew” sulla piattaforma, è stata presa di mira dal sito di livestreaming di Amazon, venendo bannata mentre si trovava da pochi minuti a giocare in diretta a Ultimate Fishing. I motivi dietro ciò, da quello che viene affermato, sarebbero relativi all’aver mostrato dei “contenuti sessuali” attraverso questa brevissima live, e la stessa creator insiste nel dire di non aver fatto nulla di male per meritarsi il ban.

Il fatto è avvenuto nella giornata del 22 agosto: la streamer Sara Heart aveva appena iniziato a fare una diretta su Ultimate Fishing, un simulatore di pesca che permette di vivere pienamente quest’attività in un modo totalmente virtuale, con 12 location diverse, 6 città di vari paesi, una grafica realistica e tanta quiete e tranquillità, utile per rilassarsi ed indulgere in questo passatempo direttamente dalla propria casa.

Tuttavia, il suo stream è terminato dopo pochissimi minuti in modo improvviso, rivelando così il ban del suo account (che inoltre sembra essere a tempo indeterminato). In un post sui social media, la streamer di Twitch ha voluto spiegare la situazione ai suoi fan, dettagliando anche cosa essa stesse indossando prima del ban decisamente imprevisto.

twitch streamer

La streamer contro la decisione di Twitch

Secondo le parole della ragazza, si sarebbe trovata in diretta per circa tre minuti, mentre indossava una maglietta a maniche lunghe che andava a mostrare in modo non troppo velato il suo seno, finendo così con l’essere bannata da Twitch.

“Stavo giocando ad Ultimate Fishing e indossavo questo. Non sono passati neanche più di tre minuti. Per favore, spiegatemi come pescare con una maglietta a maniche lunghe abbia qualche connotazione sessuale”.

Parlando con Dexerto, la ragazza ha detto che questo è stato il suo terzo ban da Twitch, ed ha condiviso un’email che ha ricevuto nella quale viene scritto come il ban a tempo indeterminato sia avvenuto alla luce della “grave natura di questa violazione”. Tuttavia, Sara Heart sostiene di non aver sessualizzato nulla. Dice di rendersi conto di “avere il seno”, ma con un petto così grande è piuttosto difficile non averne, e si trova in Arizona: fa moltissimo caldo.

La ragazza allora procede nell’esporre le sue perplessità riguardo le decisioni di Twitch:

“Non so se vogliono che mi vesta come una suora, o di non indossare alcuna canottiera o cose simili, ma lo schermo del gioco di solito è più grande di quello della telecamera, ed escludendo lo stream che feci il 4 luglio con la canotta patriottica e il giacchetto di jeans, mi vesto in modo piuttosto innocuo”.

Potrebbe interessarti:

TWITCH, L’IDEA DI UNA NOTA STREAMER: OFFRE SUE FOTO HOT A CHI LA RIANIMA SU WARZONE

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi