Dr Commodore
LIVE

“Spider-Man – Across The Spider-verse”: tutte le ultime novità sul film e l’annuncio del nuovo villain

Nella giornata di ieri 13 Giugno, si è tenuto, nella città francese di Annecy, l’Annecy Film Festival, un evento-competizione dedicato ai film d’animazione di vario genere, e classificati in più categorie.

All’evento (strettamente riservato ai presenti, e al quale si attende su invito), la Sony Pictures Animation si è procurata il suo slot, nel quale ha annunciato una serie di novità e rilasciato clip esclusive, inerenti al secondo capitolo della storia dedicata allo Spider-Man di Miles Morales, Spider-Man: Into The Spider-verse, pellicola tanto acclamata da critica e pubblico, e vincitrice del Premio Oscar per il Miglior Film d’Animazione nel 2019.

Il sequel è intitolato Spider-Man: Across The Spider-Verse, e l’uscita è prevista per il 2023.

AVVISO: L’articolo potrebbe contenere SPOILER, riguardo la descrizione delle mini-clip, e le varie, ultime novità sul film.

L’Universo di Spider-Gwen, e la Clip Esclusiva raffigurante il padre George Stacy.

La prima clip, esclusivamente rilasciata in sala, si svolge nell’Universo-85 (“Earth-85”), vale a dire il mondo di Gwen Stacy (Spider-Gwen), la supereroina doppiata da Hailee Steinfeld (Kate Bishop, nel Marvel Cinematic Universe). L’Universo di Spider-Gwen è descritto come “definito da acquerelli, pennellate stratificate e trame di carta”; molto in linea, quindi, con quella che è la creativa personalità del personaggio.

La clip vede coinvolti George Stacy (doppiato da Shea Whigham), padre di Gwen e capitano del Dipartimento di Polizia di New York, e la figlia, in veste di Spider-Gwen, durante un attacco nemico sferrato al “Guggenheim Museum”.

L’evoluzione del carattere di Miles Morales nella nuova clip esclusiva.

Oltre allo Sneak Peek dedicato al personaggio di Gwen Stacy, ne è stato nuovamente rilasciato uno, che invece si concentra sul protagonista del film, Miles Morales. Il personaggio appare cresciuto, fisicamente e caratterialmente, in un momento della vita in cui si trova a bilanciare le sue varie “vite” (scolastica, familiare e, soprattutto, supereroistica); Miles, inoltre, possiede un nuovo costume, con addosso un nuovo simbolo ragnesco.

Durante una delle sequenze di detta clip, Miles è vittima di una totale perdita di controllo del suo “senso di ragno”, che inizia a “pulsare all’impazzata” (per citare la controparte fumettistica del personaggio), ad indicare nuove e pericolose minacce “multiversali”.

Nuovi Personaggi e Nuovi Universi

Descritto dal pubblico come qualcosa di splendido, unico e di rara bellezza visiva, il film introdurrà ben 240 nuovi personaggi e 6 universi inediti, ognuno dei quali (insieme con le dimensioni già conosciute) avrà un proprio stile, una propria grafica e una propria costruzione visiva del mondo.

Tra i nuovi personaggi troviamo Jessica Drew, aka Spider-Woman (doppiata da Issa Rae), anche lei presentata attraverso una clip, che la introduce come una donna incinta, con un taglio afro, un look anni 70 e un carattere parecchio tosto; Miguel O’Hara, aka Spider-Man 2099 (doppiato da Oscar Isaac), già intravisto nel teaser rilasciato a Dicembre, il quale presenta delle differenze rispetto al personaggio dei comics: i suoi poteri, infatti, non sono dovuti al morso del ragno radioattivo, ma interamente alla sua tecnologia, che gli permette di replicare gli esatti poteri dell’amichevole ragno di quartiere, ad esclusione dell’iconico spider-sense.

Annunciato ufficialmente il nuovo Villain di “Spider-Man – Across The Spider-verse”

Tra i nuovi personaggi sopraindicati rientra anche Vulture, ovvero l’Avvoltoio (doppiato da Jorma Taccone), che avrà un ruolo antagonistico all’interno del film.

La Sony, infine, ha annunciato, tramite post sui social, l’identità del villain che minaccerà le vite dei giovani protagonisti, in questo fatidico secondo capitolo: si tratta di The Spot (doppiato da Jason Schwartzman), un enigmatico e complesso personaggio, già presente nelle run a fumetti dedicate al noto arrampicamuri. L’intero corpo di Spot è ricoperto da portali interdimensionali, che gli permettono di trasferire se stesso, o parti del suo corpo, in punti esatti dell’atmosfera, persino a mezz’aria, per mezzo di varchi che può piazzare dove meglio preferisce.

FONTE

Articoli correlati

Guglielmo Tamburino

Guglielmo Tamburino

Fan Marvel ed amante seriale di cinema in ogni sua forma e genere. Oltre ad una profonda devozione al Maestro Quentin Tarantino, il mio gusto è stato fortemente influenzato dal tocco di François Truffaut e dalla genialità di Sam Raimi.

Condividi