Dr Commodore
LIVE

Guilty Gear Strive, il 10 giugno arriva la stagione 2 con statuette di Baiken, Sol, May, Ramlethal, e Dizzy

Guilty Gear Strive ha appena compiuto un anno, e ieri Arc System Works ha celebrato il compleanno con uno streaming (purtroppo in giapponese e senza sottotitoli), completo di torta e sorprese per i fan, tra cui piccole anticipazioni sulla stagione 2, vari gadget e persino delle figures.

Lo streaming è stato in larga parte una celebrazione di Guilty Gear Strive e del suo enorme successo, soprattutto in occidente (la mancanza di traduzione dell’evento resta quindi un vero mistero), con tanto di torta ispirata a Sol Badguy e Ky Kiske, i poster boys di Strive.

Tuttavia la festicciola ha lasciato i giocatori con l’amaro in bocca, visto che erano state promesse delle news riguardanti la stagione 2 che in realtà non sono arrivate. O meglio, sono arrivate in misura estremamente vaga.

Guilty-Gear-Strive-Figures
Ecco i personaggi che potremo tenere sulla mensola.

ArcSys ha detto soltanto che la stagione 2 è in partenza il 10 giugno, che porterà cambiamenti globali alle meccaniche per trasformare il gameplay, includerà 4 nuovi personaggi e migliorerà i comandi. We are fools, we know nothing. Nessuna menzione su un possibile aggiustamento dei danni, che molti giocatori ritengono troppo alti, o sul ritorno delle Instant Kills, completamente assenti in Guilty Gear Strive.

Ci viene almeno dato un esempio del sopracitato ritocco dei comandi, infatti nella seconda stagione di Guilty Gear Strive sarà possibile assegnare la Faultless Defense ad un singolo bottone, mentre prima si era costretti a usarne due. Non tanto una nuova feature quanto una correzione di qualcosa che già ci sarebbe dovuto essere.

Auguri!

Inoltre verrà implementato il crossplay tra console e PC, con una fase di beta testing che dovrebbe iniziare quest’estate. Una mossa sicuramente positiva, ma che non può prescindere da una revisione dei server, i cui lentissimi caricamenti piagano Guilty Gear Strive sin dal lancio. Sin? Qualcuno ha detto Sin Kyske? Sicuramente non ArcSys, che si riserva di mostrare i personaggi del DLC in una data non precisata.

Le statuette di Guilty Gear Strive e Xrd

Ma ArcSys sa anche farsi perdonare e lo dimostra annunciando ben 5 statuette dei principali protagonisti della saga. La prima che vediamo durante lo streaming è quella di May, che sarà in scala 1:7 e purtroppo non includerà il delfino. Sarà preordinabile dal 6 giugno 2022 da Broccoli Hobby.

Ci viene poi mostrata una figure di Sol Badguy durante l’era di Guilty Gear Strive, le cui dimensioni non sono ancora chiare (Il sito ufficiale riporta sia 1:10, cioè 18cm, che 1:7, cioè 27cm), questa ad opera di StormCollectibles e quindi dotata di arti snodabili. La qualità non è ovviamente la stessa di May, specialmente nel volto, ma in compenso potrete posare il Gorilla MC come il cuor vi comanda.

Vengono anche menzionate le statuette di Ramlethal e Dizzy, la prima nella sua versione di Guilty Gear Strive e la seconda, ovviamente, in quella di Xrd. Di queste però non viene mostrata alcuna anteprima, è però anticipata la scala che è 1:7 per entrambe (se state già facendo i conti per la mensola tenete presente che entrambe potrebbero rivelarsi molto voluminose causa, rispettivamente, spadoni e ali). Le figures saranno a cura di Prime1Studio.

Dulcis in fundo, anche Baiken riceverà una statuetta, stavolta in scala 1:6. UnionCreative avrà l’onore e l’onere di fare giustizia al samurai menomato più popolare di Guilty Gear Strive (che in occidente è il personaggio più popolare in assoluto), reduce dalla prima vittoria in un torneo maggiore al Canada Cup. Anche per lei al momento non ci è data nessuna anteprima.

Gadget, OST, Starter Edition

Vengono poi annunciati una serie di gadget, tra cui poster, portachiavi, plushie, perfino i Guilty Bear, che però saranno acquistabili solo fisicamente durante un evento in Giappone. La OST completa di Guilty Gear Strive è invece disponibile per tutti, reperibile su Spotify, Amazon Prime Music ed Apple Music. Le musiche rock del composer storico della saga Daisuke Ishiwatari, sono riunite nelle raccolte “Necessary Discrepancy” 1 e 2.

La copia fisica dell’album conterrà tutta la OST di Strive, cioè 25 canzoni complete di libretto dove leggere i testi (anche in inglese).

A proposito di musica, i risultati del questionario di popolarità hanno visto Smell of the Game in prima posizione, seguita dal secondo posto di Drift e in fondo al podio Love the Subhuman Self.

Ad agosto verrà anche lanciata una Starter Edition, che includerà gioco base e tutto il season pass della stagione 1 (5 personaggi, due stage, un pack di colori aggiuntivo, ed il secondo capitolo della trama “Another Story”. Il prezzo è stato annunciato a 5.980¥ tasse incluse, che corrispondono circa a 50€, ma sarà probabilmente più alto in Italia visto che il prezzo del gioco base è ancora di 59,99€.

L’estate dei fighting games

È un periodo ricco di emozioni per i fan dei picchiaduro, con Street Fighter 6 all’orizzonte e Project L da qualche parte nei radar. Più tardi quest’estate è previsto un aggiornamento sul nuovo titolo Capcom che sta già facendo parlare di sé per il logo… problematico.

Se invece siete interessati alle figures, non potete certo perdervi questa piccante statuina di Makima, ormai più rara di una PS5!

Fonte: Arc System Works

Articoli correlati

Enrico Tonon

Enrico Tonon

Sono un tonno romanticissimo che nuota nella rete. Nonostante le pinne, mi ostino ad impugnare tastiere e controller. Ben ferrato in shitposting. Aerodinamico. Giallo.

Condividi