Dr Commodore
LIVE

Giappone: un murale per celebrare i 100 anni dal viaggio di Albert Einstein

Albert Einstein, il noto fisico tedesco neo Premio Nobel per la fisica, nel 1922 intraprende insieme alla moglie il primo e solo viaggio verso il Giappone. Per celebrare i 100 anni dall’evento, l’ambasciata tedesca stanziata in Giappone ha deciso di dedicare allo scienziato un murales eseguito con il tipico stile manga giapponese. 

L’artista incaricato dall’ambasciata tedesca giapponese per realizzare il murale, interamente dedicato al viaggio di Einstein, è Shinnosuke Uchida, già noto in Giappone per i suoi murales. Un lavoro certosino e la grande passione dell’artista hanno portato ad un risultato notevole. 

L’intero murale è stato realizzato con il tratto inconfondibile di Uchida, il quale è stato in grado capace di onorare una delle figure più importanti della storia contemporanea. Il tributo di Uchida si compone di due accurati e dettagliati murales. 

murales Albert Einstein Giappone

Il tributo ad Albert Einstein nel dettaglio

Il primo murale si mostra come un enorme poster promozionale dedicato anniversario del viaggio di EinsteinLa seconda parte del murale risulta essere invece, più grande rispetto alla precedente e suddivisa in sei pannelli appositi. Il secondo murale ha come soggetto la rappresentazione di Einstein durante la sua permanenza in Giappone accompagnato dalla moglie Elsa, anch’essa ritratta. Il soggiorno in terra nipponica dei coniugi Einstein è avvenuto dal 17 novembre al 29 dicembre dell’anno 1922. Nei murales sono stati raffigurati diversi posti rinomati del Giappone nei quali i coniugi hanno soggiornato o che hanno visitato. Tra le mete rappresentate sono presenti luoghi di spicco del turismo nipponico quali Tohoku, Kansau e Kyushu

La cura nei dettagli operata nella realizzazione dei murales è presente in ogni pannello, il quali corrispondono perfettamente a specifici passaggi descritti da Einstein stesso all’interno del suo diario di viaggio, dove annotava i ricordi e le sensazioni che i paesaggi visitati gli avevano lasciato.

Ciascun ricordo di viaggio viene integrato da appunti e didascalie esplicative realizzati dal fisico al fine di descrivere al meglio le proprie impressioni riguardanti un paese e una cultura esotici, i quali apparivano radicalmente e sorprendentemente diversi dal grigio ambiente europeo in cui il Premio Nobel era cresciuto.  Dai diari è facile intuire come l’esperienza in Giappone ha segnato l’immaginario di Einstein, affascinandolo radicalmente.  

Ed ora la parola a voi! Vi piacerebbe vedere il murale dedicato a Einstein? Scrivetelo nei commenti. 

FONTE: ANN

Articoli correlati

Condividi