Dr Commodore
LIVE

Demon Slayer 2: calmati, Nezuko!

Eccoci tornata con la consueta rubrica dedicata a Demon Slayer. Con il nuovo episodio di questa domenica – “Trasformazione” – riprendiamo proprio dove ci eravamo lasciati la scorsa settimana: Nezuko e Daki sono nel bel mezzo del loro combattimento e la sorella di Tanjiro stupisce il demone con le sue incredibili capacità. Infatti, sebbene sia stata smembrata, la ragazza non muore e continua imperterrita a massacrare Daki, in uno degli scontri più brutali della serie finora. Nezuko, infatti, sfruttando il suo sangue, riesce ad incendiare completamente la Sesta Luna Crescente.

Dopo aver messo il demone completamente sulla difensiva, la sorella di Tanjiro sembra avere la vittoria in pugno, ma – purtroppo – si spinge troppo oltre e non riesce più a controllare la sua natura demoniaca, rischiando di attaccare degli umani inermi. Solo il provvidenziale intervento del fratello blocca la ragazza, che però continua ad agitarsi, ancora in preda al bisogno di sbranare gli umani. Nel mentre, Daki ne approfitta per attaccare, sicura di vincere; ma interviene l’altro magistrale protagonista della puntata: Tengen Uzui.

Il Pilastro del Suono mostra ancora una volta le sue incredibili capacità e, in un attimo, decapita Daki e suggerisce a Tanjiro come calmare la sorella – cosa che riesce a fare, cantandole una ninnananna, in un momento molto commovente – ma i problemi non sono finiti: la Sesta Luna Crescente non muore. Infatti, scopriamo che i demoni sono due, con Gyutaro – il fratello di Daki – che “vive” dentro di lei, “uscendo” quando necessario e dimostrandosi molto più forte della sorella.

Infatti, con un rapido movimento riesce a ferire addirittura Uzui e ingaggia combattimento contro di lui, mentre Nezuko e Tanjiro possono tirare un po’ il fiato, visto l’arrivo di Inosuke e Zenitsu (ancora dormiente) che permette loro di battere in ritirata.

Cosa ci lascia questa nuova puntata di Demon Slayer?

Questo episodio ha, se possibile, tensione ancora più martellante del precedente. La puntata si incentra soprattutto su Nezuko e vediamo quanto al ragazza sia potente – decisamente più del frattelo maggiore – ma che abbia il limite imposto dal controllo della sua natura demoniaca, infatti – come abbiamo visto – se si spinge troppo oltre, perde il controllo e rischia di diventare un grosso pericolo. Le sue capacità sono strabilianti, capaci perfino di sorprendere un demone forte come Daki, che comprendono: rigenerazione praticamente immediata e controllo assoluto sul proprio sangue, che le impedisce di essere uccisa, nonchè la capacità di incendiarlo, già visto in precedenza.

demon slayer

Nell’altra parte della puntata, Uzui sale in cattedra. Il Pilastro del suono sistema in quattro e quattr’otto Daki e continua a scoprire le sue carte poco alla volta: udito finissimo, velocità sovrumana, e soprattutto, la capacità di saper leggere perfettamente il nemico, preparando adeguate contromisure; infatti, contro il potentissimo Gyutaroprimo avversario in grado di ferirlo – riesce ad evitare un colpo mortale e riesce, per ora, a tenergli testa, ricevendo i complimenti dal demone per la sua abilità.

Per quanto riguarda il resto, la serie utilizza – come sempre – i personaggi di contorno per smorzare la tensione estrema e in questo caso il compito è affidato a Zenitsu e Inosuke, che si stanno dirigendo verso il luogo dello scontro, dopo aver perso di vista Uzui. Il comparto tecnico è sempre ottimo.

Dove vedere la serie

Potete vedere la seconda stagione di Demon Slayer su Crunchyroll. Le puntate – a parte casi eccezionali – escono con cadenza settimanale, ogni domenica.

Commodoriani, cosa ne pensate di questa puntata? Vi è piaciuta? Fatecelo sapere nei commenti!

Articoli correlati

Simone Ballelli

Simone Ballelli

Amante di anime, manga, videogame e qualsiasi cosa faccia parte della cultura nerd!

Condividi